Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SOFTWARE MODELLO RLI SCARICA


    Software RLI. Scarica il software. Versione software: del 23/12/ Indipendentemente dal sistema operativo, per eseguire il software selezionare il link. Le procedure di controllo consentono di evidenziare, mediante appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello. R.L.I. Contratti di locazione e affitto di immobili Agenzia delle Entrate R.L.I. Contratti di locazione e affitto di immobili R.L.I. Contratti di locazione e affitto di. Ecco come scaricare il software RLI locazioni e le istruzioni per Il modello RLI si utilizza, inoltre, per esercitare l'opzione o la revoca. compilazione e successivo invio del modello di richiesta di registrazione dei daStart/Tutti i programmi/Atti registro/RLI Contratti di locazione e affitto immobili.

    Nome: software modello rli
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:48.49 MB

    SOFTWARE MODELLO RLI SCARICA

    Versione software: 3. Indipendentemente dal metodo di avvio scelto, l'applicazione si connette al server Web per verificare l'esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all'eventuale aggiornamento.

    In tal modo l'utente ha la garanzia di utilizzare sempre l'ultima versione dell'applicazione senza dover eseguire complesse procedure di aggiornamento.

    Il file deve essere preventivamente sottoposto a controllo prima di poter essere inviato. Pertanto è necessario installare il modulo di controllo disponibile su questo sito e sui siti dei servizi telematici. In particolare gli utenti Entratel dovranno utilizzare la funzione "Controlla" e successivamente autenticare il file.

    Il software "Contratti di locazione e affitto di immobili RLI " utilizza una nuova tecnologia di distribuzione dei software basati su Java che consente all'utente di usufruire delle applicazioni direttamente dal web. In tal modo è possibile attivare le applicazioni in maniera semplice e con un solo clic, avendo la certezza di utilizzare sempre la versione più aggiornata ed evitando complesse procedure di installazione o aggiornamento.

    Ancora problemi per il programma RLI

    Per registrare i contratti di locazione, affitto RLI si deve compilare un modulo e spedirlo all'Agenzia delle Entrate. Per questa operazione è disponibile un programma realizzato online dalla stessa Agenzia.

    Per l'affitto ad uso abitativo è anche possibile usufruire della cosiddetta cedolare secca. Il versamento degli importi previsti per le imposte di registro e il bollo viene effettuato tramite internet, con l'addebito sul proprio conto corrente postale o bancario. Per procedere con la registrazione dei contratti di locazione è necessario entrare nel sito dell'Agenzia e utilizzare i servizi telematici.

    Qui si potrà scaricare su computer il modello previsto per l'RLI, compilarlo, allegargli il file contenente il contratto e, infine, inviare il tutto. Il servizio online permette la scelta tra due modalità - scaricare il programma e installarlo nel proprio computer - utilizzare il software online, tramite internet in questo caso non è necessario installare sul pc. Durante la compilazione dell'RLI vengono richieste alcune informazioni relative al contratto: i dati generali l'ufficio territoriale, la tipologia del contratto, la durata del contratto, il numero di pagine e il numero di copie, la data della stipula, importo del canone i dati dei soggetti informazioni su locatore e conduttore, il codice fiscale, la ragione sociale, se si è soggetti a Iva, nome, cognome Al modulo RLI si devono allegare tutti i documenti e la copia del contratto in questione, ovviamente firmata.

    Come si inviano gli allegati? Per questa operazione è necessario uno scanner.

    Modello RLI cos'è come funziona, istruzioni agenzia entrate

    Pubblica amministrazione al servizio del cittadino? Enza Caccavo ci ha infatti raccontato quelle che ha definito "le dis avventure di un cittadino digitale" alle prese con il nuovo programma per la registrazione di contratti di locazione.

    Fino a poco tempo fa c'era un programma SIRIA che funzionava bene, ma è stato rottamato a favore di RLI, un software che avrebbe dovuto migliorare ulteriormente il servizio, invece l'ha costretta a tornare in coda all'ufficio locale. La lettrice nella lettera che pubblichiamo integralmente di seguito ci fa una descrizione particolareggiata dei problemi che ha incontrato.

    Due su tutti reputiamo critici: il primo è che il programma fa arrivare l'utente al termine della compilazione del modulo prima di avvisare che qualcosa non va.

    Forse sarebbe più intelligente respingere fin da subito un dato non corretto. Penso per esempio a quando faccio un bonifico online: se sbaglio la data non mi fa andare avanti fino alla fine!

    I servizi online dell'Agenzia delle entrate Secondo e peggiore difetto, segnala che la procedura non è andata a buon termine per un problema, ma non specifica quale, e l'utente prova e riprova senza trovare una soluzione. Già, ma quale formato ci vuole?

    E comunque lo stesso problema deve essersi verificato altre volte, tanto che l'impiegato dello sportello dice alla nostra lettrice che "Comunque non è la prima a segnalare che il programma non va". La lettera di Enza Caccavo "Qualche anno fa ho preso sul serio l'Agenzia delle Entrate ed ho richiesto il PIN per accedere al suo sito ed effettuare online alcune operazioni, per esempio la registrazione di contratti di locazione, che prima richiedevano lunghe file agli sportelli dell'Ufficio territoriale.

    In tempi abbastanza brevi ho avuto il mio PIN ed ho provato a "fare da casa": miracolo, era tutto vero!

    Un programma, SIRIA, ti guidava per mano nelle procedure: entravi, iniziavi a compilare il modello di registrazione e non c'era pericolo che sbagliassi. Potevi andare avanti solo se ciascun campo era compilato correttamente, in caso contrario ti veniva segnalato l'errore. In pochi minuti la registrazione on line era bella e fatta, cliccavi su "invio" e la pratica partiva.

    Quasi in tempo reale ti ritornava la ricevuta di "presa in carico" e nel giro di qualche ora, un giorno al massimo, ritrovavi nel tuo cassetto fiscale la notifica di avvenuta registrazione, con relativo numero di protocollo.

    La pacchia è durata solo qualche anno. Qualche giorno fa, con nelle orecchie ancora l'eco degli annunci del governo entro un anno ogni cittadino avrà un unico PIN per accedere ai servizi on line della Pubblica Amministrazione torno sul sito dell'Agenzia per una nuova registrazione.