Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SCARICA SCUDETTO 2001/02


    Ma a tutto c'è una soluzione e l'input ce lo dà la stessa Eidos consigliandoci durante il download un sito "non ufficiale" dove potremo scaricare. ISO". FASE 3: Masterizzate il suddetto file su CD o DVD, oppure utlizzate il programma DAEMON TOOLS NOTE DI DOWNLOAD E UTILIZZO DI. Championship Manager 01/02 (Scudetto) da scaricare gratis, download del gioco Championship Manager 01/02 (Scudetto). Il famoso gioco di calcio. Riprendiamo un titolo pioneristico, senza il quale i moderni giochi manageriali sportivi non sarebbero come realmente sono: Championship. penso da regolamento no e consentito e del ed se no erro e consentito fino al Connesso. cenon. Luogotenente; *; Post:

    Nome: scudetto 2001/02
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:69.87 MB

    SCARICA SCUDETTO 2001/02

    Un capolavoro che i grandi appassionati di Football Manager conoscono alla perfezione, un gioco che ha resistito a tutte le tentazioni tecnologiche arrivate negli anni successivi. Nemmeno le nuove idee poste in essere, né i database più potenti e i miglioramenti grafici hanno potuto scardinare la difesa di questo colosso.

    Il quale, a dire il vero, non ha opposto chissà quale resistenza. Eppure, rimane ancora oggi il gioco da battere. Quale tattica, allora, ha permesso a questa ormai decennale edizione di rimanere prima nel ranking degli innamorati? Prima di tutto, la semplicità.

    Nessuna intervista pre o post partita, niente social network, ancora lontani dal sorgere, con inutili hashtag, bando ai colloqui con i giocatori, ma solo e semplicemente calciomercato e partite, gli aspetti più piacevoli ed intriganti.

    Proprio questo aspetto ha contributo a divulgare e tramandare un affetto mai assopitosi, permettendo anche ai neofiti di appassionarsene e conoscere storie fantastiche come quelle di Tonton Zola Moukoko o Cherno Samba, solo due tra le decine di fenomeni presenti.

    Se poi vorrete giocare un campionato "retro" vi basterà lasciare le cose come stanno Pur non essendo un grande appassionato del genere ho comunque provato ad installarlo e dopo aver settato nel collegamento l'opzione "compatibilità con Windows 95" l'eseguibile è partito in tutto il suo splendore sotto il mio XP SP3.

    Il quale, a dire il vero, non ha opposto chissà quale resistenza.

    Eppure, rimane ancora oggi il gioco da battere. L'ultima giornata, un 5 maggio che diventerà una data storica anche per i calciofili, è da thriller: il Verona ha bisogno di un punto e se lo va a giocare a Piacenza che deve vincere per evitare di essere scavalcato dal Brescia, impegnato in casa con il Bologna ancora in lotta sia per la coppa Campioni che per la Coppa Uefa la classifica vede Verona e Piacenza a 39, Brescia a Nei piani bassi invece si consuma la tragedia del popolo gialloblu: 7.

    A Brescia Toni e Baggio sotterrano il Bologna con un altro rotondo , estromettendolo dalle coppe ma soprattutto sancendo la retrocessione più incredibile della storia: quella del Verona di Malesani, retrocesso dopo aver stazionato una sola giornata, l'ultima, in zona retrocessione. Le scene che lasciano la trasferta di Piacenza sono quasi strazianti: i settemila tifosi gialloblu che fino all'ultimo minuto hanno incitato con impareggiabile passione i loro colori precipitano in un misto di rabbia ed incredulità, Malesani disperato vaga in mezzo al campo piangendo lacrime amare mentre pure Pastorello appare parecchio provato.

    La promessa tanto sventolata "mai più il Verona in B" alla tifoseria è irrimediabilmente compromessa e purtroppo è solo la prima di tante non mantenute. L'invasione gialloblu a Piacenza.

    Risulta difficile spiegare razionalmente che cosa abbia bloccato sul più bello una squadra talentuosa, apparentemente ben costruita ed affidata all'allenatore giusto, passionale, in cerca di rivincite e perfetto per far crescere calcisticamente e rendere al meglio un gruppo di giovani di belle speranze.

    A questo si sono poi aggiunti un mix di fattori negativi infortuni, episodi arbitrali e calendario sfavorevoli nei momenti decisivi e il sospetto, che sempre serpeggia in questi casi, che ad incidere siano stati anche fattori difficili da vedere sul campo stipendi non pagati? Contrasti nello spogliatoio?

    Di certo ci fu che la retrocessione ebbe gli effetti di una bomba. In un'epoca in cui ancora i paracaduti non esistevano, il drastico calo degli introiti conseguente la caduta in serie B, costrinse il presidente Pastorello, privo di fondi propri e di quelli di Tanzi , dapprima a convincere i giocatori a firmare la liberatoria che scongiurasse il fallimento societario e poi, in estate, a mettere in atto una svendita con pochi precedenti se ne vanno in un colpo solo capitano Leo Colucci, Gilardino, Mutu, Camoranesi, Salvetti, Seric, Frick, Oddo, Giuseppe Colucci, Ferron, Zanchi, Cannavaro, Dainelli, Nigmatullin, Montano e il ds Foschi inaugurando la lunga stagione delle "lacrime, sudore e sangue" Una stagione dalla quale l'Hellas sarebbe uscita solo dieci anni dopo.

    Sceglieremo insieme anzi, sceglierete voi la squadra con cui partire, e poi prenderemo di comune accordo le decisioni più importanti. Insomma, sarete voi a farci da guida in questa avventura romantica. Ovviamente, il tutto con le rose e i calciatori della stagione Per cui dovrete fare un tuffo nel passato e immergervi di nuovo in un universo in cui Ciccio Cozza è il nostro top player e Zlatan Ibrahimovic un giovane virgulto che ancora deve dimostrare tutto.