Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

IL CINESCOPIO SCARICA


    Contents
  1. Tubo a raggi catodici
  2. Tubo catodico, come approcciarsici?
  3. Tubo catodico
  4. ArcadeItalia.NET

Il TRC (Tubo a raggi catodici), oppure detto cinescopio, usato nei televisori e nei si ascolterà il classico schiocco dell'alta tensione accumulata che si scarica. da scaricare il tubo catodico. Ho già letto i consigli dal NG: cacciavite, resistenza a massa, infilare la punta sotto la ventosa. Sono convinto che sia una stupidata. Per molti anni ho svolto l'attività di pubblicista su 'Il Cinescopio', una delle riviste visualizzare o scaricare gli impaginati degli articoli da me trattati fino al salve,potete spiegarmi come scaricare la tensione di un cinescopio di un una estremita' la tieni sotto la schermatura (massa) del cinescopio. IL CINESCOPIO SCARICA - Questi fosfori in alcuni casi possono essere visibili osservando uno schermo acceso da una distanza molto ravvicinata. Nei primi.

Nome: il cinescopio
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:29.21 MB

IL CINESCOPIO SCARICA

Pages: [1] 2. Re: tv tubo catodico pericoli con trasformatore di riga. Lascia stare, con un EAT , ci lasci le penne Se corri veloce come un fulmine, ti schianterai come un tuono. Bhe i trasformatori di riga possono essere sostituiti, quindi puoi estrarre la ventosa, se hai paura che si apra un buco nero o di essere risucchiato dentro il cinescopio lascia perdere A parte gli scherzi stai comunque attento a non forzare il tubo.

Per prima cosa, accertatevi che l'immagine sia realmente a colori, provate a collegare il monitor su un altro computer o vice-versa. Quindi, controllate i settaggi di tutti i controlli di colore, che potrebbero essere stati accidentalmente regolati al minimo. Se il vostro televisore prevede un qualche tipo di regolazione automatica dell'immagine, provate a disabilitare questa funzione e regolare il controllo del colore. Provate a regolare la sintonia fine se è previsto il relativo controllo e sospettate che il problema sia dovuto alla trasmissione via etere o via cavo.

A questo punto, una volta confermata la bontà della sorgente di segnale a colori, è il caso di pensare ad un problema nella circuitazione di crominanza. Si noti che comunemente, la domanda più frequente dei non addetti ai lavori è del tipo: "si è guastato il cinescopio? La risposta è un definitivo NO.

Tubo a raggi catodici

Un manuale di servizio o un SAMs, un tester digitale ed un oscilloscopio risulteranno di grande aiuto nel tentativo di ricercare il guasto, a meno che non si tratti di una ovvia cattiva connessione. Provate a stuzzicare il circuito stampato nelle vicinanze del circuito integrato di crominanza utilizzando un utensile isolato, per vedere se riuscite a far andare e venire i colori.

Mi è capitato un televisore dove un resistore da 50 Lire aveva deciso di interrompersi provocando proprio questo problema: una perfetta immagine in bianco e nero, assenza totale del colore. In un altro televisore ho trovato una bobina con un filo interrotto. Per esempio, non si riesce ad ottenere alcun giallo o blu in immagini che dovrebbero contenere questi colori.

Assicuratevi che i controlli utente di saturazione del colore e di tinta non siano stati accidentalmente ruotati durante la pulizia o deliberatemante manomessi da bambini piccoli o grandi.

Tubo catodico, come approcciarsici?

Eseguite le regolazioni di settaggio utente descritte nel paragrafo " Regolazioni dell'immagine per l'utente ". Assicuratevi che non sia il segnale in ingresso a presentare dei colori strani, provate a visionare un altro canale o un'altra videocassetta.

Verificate che il problema non sia dovuto alla mancanza di uno dei colori, forse è sparito uno dei colori primari Rosso, Verde o Blu.

In caso affermativo, fate riferimento al paragrafo " Colori intermittenti o mancanti ". Provate a stuzzicare il circuito stampato nelle vicinanze del circuito integrato di crominanza utilizzando un utensile isolato, per vedere se riuscite a far riapparire il normale colore. La causa potrebbe essere semplice come un cattivo resistore o induttore; non sospettate immediatamente i componenti più costosi.

Qualunque problema intermittente nei televisori, che provoca modifiche improvvise nella luminosità, colore, dimensione o posizione dell'immagine è spesso un risultato di cattive connessioni. I cattivi punti di saldatura sono molto comuni nei televisori e nei monitor, sia a causa della produzione di scadente qualità che del deterioramento della lega di saldatura dopo numerosi cicli termici, che dei componenti costretti a funzionare ad elevate temperature.

Anche senza sapere nulla sulla circuitazione, di solito è possibile risolvere questi problemi localizzando tutte le cattive connessioni di saldatura e pulendo e reinserendo i connettori interni.

Il termine 'saldaura fredda' si riferisce o ad una saldatura che non è stata riscaldata a sufficienza durante la produzione, o che è stata raffreddata troppo in fretta, o dove i piedini del componente sono stati mossi prima che la saldatura avesse modo di solidificarsi. Entrambe le situazioni sono le più comuni nel caso di piedini di grossi componenti come trasformatori, transistor e resistori di potenza, e grossi connettori.

I piedini dei componenti presentano una grossa massa termica e le relative saldature potrebbero non essere state riscaldate a sufficienza durante il processo di produzione. Inoltre, sono relativamente massicci e potrebbero flettere la connessione saldata a causa di vibrazioni o espansioni e contrazioni termiche.

Tubo catodico

Per localizzare le saldature fredde, utilizzate una forte sorgente di luce ed una lente di ingrandimento per esaminare i piedini dei componenti con l'alimentazione staccata di grosse dimensioni alla ricerca di incrinature nelle saldature. Un qualunque movimento avvertibile nel punto di saldatura è indicativo di un problema. Con l'apparecchio alimentato, sollecitate con gentilezza il circuito stampato ed i componenti sospetti con un bastoncino isolato per vedere se il problema viene o meno influenzato.

Nel dubbio, saldate nuovamente ogni connessione sospetta. Alcuni televisori potrebbero utilizzare dei circuiti stampati a doppia faccia non dotati di fori metallizzati; in questo caso occorre rifare la saldatura sia dalla parte superiore che dalla parte inferiore del circuito stampato, per assicurarsi che le connessioni siano solide. Utilizzate un saldatore di potenza adeguata per avere la certezza che le connessioni siano solide.

Aggiungete una piccola quantità di nuovo stagno su ciascuna saldatura che ritoccate, anche se ce n'era già a sufficienza. Ad ogni modo, se necessario eliminate ogni ovvio eccesso. Consultate inoltre il paragrafo " Degauss smagnetizzazione di un cinescopio".

E' essenziale, sia per la vostra sicurezza che per prevenire danni al dispositivo in riparazione, che prima di effettuare misurazioni o tentare delle saldature, o toccare in qualche modo il circuito, quei condensatori di grossa capacità o alta tensione siano del tutto scaricati.

Alcuni dei grossi condensatori di filtro comunemente montati negli apparecchi alimentati dalla rete elettrica accumulano una carica potenzialmente letale. Ad ogni modo, i grossi condensatori principali di filtro e gli altri condensatori presenti nei circuiti di alimentazione andrebbero controllati e scaricati dopo lo spegnimento dell'apparecchio se è presente una tensione significativa o meglio ancora prima di effettuare una qualunque misurazione, visto che alcuni condensatori, come quelli ad alta tensione per il cinescopio di un televisore o monitor video, conservano una carica pericolosa o comunque dolorosa per giorni o ancora più a lungo.

In questo modo si evita la saldatura ad arco provocata da una scarica effettuata tramite un cacciavite, ma nel contempo la costante di tempo è tale che la tensione del condensatore raggiunge dei valori irrisori in pochi secondi al massimo ovviamente dipendentemente dalla costante di tempo RC e dalla tensione originaria. Quindi controllate con un voltmetro per essere doppiamente certi dell'avvenuta scarica.

Ancor meglio, monitorate la tensione durante la scarica operazione non necessaria per i condensatori di alta tensione per il cinescopio, visto che la scarica è pressochè istantanea anche utilizzando un resistore da svariati Mega Ohm. Per i condensatori principali montati in un alimentatore switching, che potrebbero essere da uF a Volt, andrà quindi utilizzato un resistore da 5 KiloOhm 10 Watt.

Se volete utilizzare qualcosa di più tecnologico, potete costruire il circuito per la scarica dei condensatori presentato nel documento abbinato " Come controllare i condensatori con un tester e come scaricarli con sicurezza ". Questo circuito fornisce una indicazione visibile della carica rimanente e della polarità.

La costante di tempo è molto ridotta, un millisecondo circa. Ad ogni modo, ripetete la procedura un paio di volte per sicurezza.

Anche l'utilizzo di un cavetto di cortocircuito con pinzette potrebbe non rappresentare una cattiva idea mentre si lavora sull'apparecchio, si sono verificate troppe storie di esperienze dolorose provocate dalla carica che si è sviluppata per qualche ragione, pronta a colpire non appena veniva ricollegato il cavo dell'alta tensione. Si noti che prima di toccare il piccolo circuito stampato montato sul collo del cinescopio, sarebbe consigliabile scaricare l'alta tensione anche se non vi occorre sconnettere il grosso cavo rosso, visto che le tensioni focus e screen G2 su questa schedina sono ricavate dall'alta tensione del cinescopio.

Inserendo ripetutamente un cacciavite sotto il cappuccio dell'anodo si rischia di graffiare l'involucro del cinescopio, cosa che davvero non credo vogliate fare. Ecco delle ragioni per utilizzare un resistore e non un cacciavite per scaricare i condensatori:. Ridurrà il livello di stress della vostra consorte, che non sarà costretta ad ascoltare quegli allarmanti colpi secchi e scoppiettii.

Quando si alimenta un monitor o un qualunque altro moderno dispositivo elettronico che monta dei costosi semiconduttori di potenza dove sono state eseguite delle riparazioni su dei circuiti di alimentazione, si preferisce minimizzare il rischio di bruciare dei nuovi componenti installati nel caso ci fosse ancora un qualche guasto passato inosservato.

Ci sono due sistemi per raggiungere lo scopo: utilizzare un Variac per aumentare gradatamente la tensione di rete, o utilizzare un carico in serie per limitare la corrente ai semiconduttori di potenza. In realtà l'utilizzo di un carico in serie per esempio una lampadina ad incandescenza che costituisce un carico economico e facilmente reperibile , presenta dei vantaggi rispetto ad un Variac beh l'utilizzo di entrambi sarebbe il massimo poichè la corrente verrà si spera limitata a livelli non distruttivi.

Lo scopo è quello di limitare la corrente verso le parti critiche, di solito il transistor di uscita orizzontale.

La maggior parte delle volte riuscirete nell'intento collegando la lampadina in serie con la rete di alimentazione in corrente alternata. In realtà probabilmente sarebbe meglio montare un vero resistore di potenza visto che la sua resistenza è costante, al contrario della resistenza di una lampadina che varia di da fredda a bollente.

Ad ogni modo la lampadina offre una simpatica indicazione visiva della corrente assorbita dal circuito sotto controllo.

Per esempio:. Piena luminosità: corto circuito o carico estremamente pesante; probabilmente è ancora presente un guasto. Questo è il comportamento che ci si aspetta quando l'apparecchio funziona normalmente. Potrebbe comunque esserci qualche problema nei circuiti di alimentazione, ma probabilmente non provocherà immediatamente un guasto catastrofico.

Lampadina pulsante: l'alimentatore cerca di avviarsi ma si disattiva a causa di sovracorrenti o sovratensioni. Dipendentemente dall'assorbimento di corrente dell'apparecchio, potrebbe risultare necessario aumentare questi valori. Ad ogni modo, iniziate con valori bassi. Se la lampadina si accende a piena luminosità, potrete già concludere che c'è qualche grosso danno.

ArcadeItalia.NET

Se la luce della lampadina è tremolante oppure il televisore o altro apparecchio sotto controllo non si accende del tutto, allora potrebbe essere il caso di utilizzare una lampadina di maggior wattaggio. Invaliderete la garanzia, almeno in principio; di solito su un televisore non ci sono sigilli di garanzia e pertanto, a meno che non causate qualche danno visibile o rovinate le viti o la plastica, è difficile scoprire che l'apparecchio è stato aperto.

Dovete decidere. Un televisore ancora coperto da garanzia dovrebbe probabilmente essere consegnato ad un centro assistenza autorizzato per la riparazione dei problemi coperti da garanzia, eccetto per quelli con le soluzioni più semplici ed ovvie. Strumenti della discussione. BB code è attivo. Le smilie sono attive. Il codice IMG è attivo.

Trackbacks are attivo. Pingbacks are attivo. Refbacks are disattivato.

La sua denominazione in pollici indica la sua diagonale , conseguenza dei primi cinescopi con lo schermo rotondo, pari al diametro. Menu di navigazione Strumenti personali Accesso non effettuato discussioni contributi registrati entra. Nei vecchi monitor in bianco cinesocpio nero, il problema non si pone, in quanto sono privi di maschera. Il cinescopio di un apparecchio televisivo con una dimensione frontale massima superiore a 16 em I primi schermi usati erano di forma circolare, da qualche anno si usano quasi esclusivamente schermi rettangolari.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora — è facile e veloce: Weinhart, della Western Electric.

Parole in italiano che cominciano con cin. Ciascun gruppo cjnescopio riade o terna è formato da tre punti 0,4 mm.