Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SCARICA MODELLO CERTIFICAZIONE RITENUTA DACCONTO


    Contents
  1. La ritenuta d’acconto per gli autonomi, agenti di commercio e occasionali
  2. Scadenza modello / e CU: Dichiarazione sostituti d'imposta
  3. Cosa Fare se il Professionista non Riceve la Certificazione delle Ritenute d’acconto
  4. Ritenuta d’acconto: cos’è e come funziona

Da questo link (modello editabile) é possibile scaricare gratis un modello certificazione ritenuta d'acconto compilabile in formato pdf, da scaricare, compilare. La certificazione unica per le ritenute di acconto, modello, istruzioni e Clicca qui per scaricare il modello certificazione unico CERTIFICAZIONE. DEI COMPENSI E DELLE PROVVIGIONI. ASSOGGETTATI A RITENUTA ALLA FONTE. (art. 4 del D.P.R. 22 Luglio , n. ). DATI DEL. Entro il 28 febbraio di ogni anno il sostituto d'imposta è tenuto ad inviare al soggetto percipiente la certificazione della ritenuta d'acconto. i seguenti compensi meglio specificati in calce, con indicazione delle ritenute d' acconto IRPEF, operate nella misura del 20% e versate nei termini di legge.

Nome: modello certificazione ritenuta dacconto
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:15.70 Megabytes

Quando la ritenuta d acconto è obbligatoria? Non è applicabile dai clienti privati o in regime forfettario. Fattura nr. Si riporta di seguito un fac simile di ricevuta per prestazione occasionale. Ricevuta n.

Per approfondire il funzionamento delle ricevute per prestazioni occasionali, i limiti e quando è possibile utilizzarle consultare il nostro post al link di seguito: Limiti prestazione occasionale: i dettagli per il Inoltre, è tenuto a :. Il versamento avviene tramite modello f24 entro il giorno 16 del mese successivo a quello in cui è avvenuto il pagamento del compenso oppure il primo giorno lavorativo successivo se cade di domenica o in un giorno festivo.

Quindi, se per esempio, la prestazione verrà pagata il 10 febbraio, il termine ultimo per il versamento sarà il 16 marzo. Nella certificazione unica occorre indicare:.

Ritenute d'acconto e Certificazione Unica. Tale Certificazione, a partire dall' anno d' imposta , è stata denominata " Modello Sintetico" e va rilasciata al percettore delle somme entro i termini stabiliti dall'Agenzia delle Entrate.

Il " Modello Ordinario " va invece comunicato in forma telematica all'Agenzia delle Entrate. Per la gestione delle ritenute e del flusso telematico è necessario predisporre correttamente gli archivi.

Predisposizione Archivi. Per una corretta gestione delle ritenute d'acconto e per la creazione del flusso telematico, occorre che siano verificate le seguenti condizioni:.

Persona Fisica o Giuridica : occorre indicare F per le ditte individuali e G per le società.

La ritenuta d’acconto per gli autonomi, agenti di commercio e occasionali

Nel caso di Società G è importante che sia compilato il comune e la provincia della sede legale. Per il legale rappresentante, vanno indicati i dati richiesti, compreso il Codice Carica che si desume dalla tabella fornita nelle istruzioni ministeriali che riportiamo per comodità:. I dati dell' intermediario sono da compilare solo nel caso in cui la comunicazione avvenga tramite un intermediario abilitato tipicamente il commercialista o consulente fiscale.

E' richiesto il solo codice fiscale. B : prima di registrare le fatture ricevute dei singoli professionisti, bisogna caricare nuove categorie beni a seconda dei vari compensi. Esempio di registrazione della seguente parcella:.

Scadenza modello / e CU: Dichiarazione sostituti d'imposta

Compenso professionale 1. Spese anticipate euro. Totale a pagare 1.

In tal modo vengono gestiti correttamente i campi 34 Contributi previdenziali a carico del soggetto. Esempio di registrazione della seguente ricevuta prestaz.

Cosa Fare se il Professionista non Riceve la Certificazione delle Ritenute d’acconto

Compenso occasionale 1. Totale a pagare , H : con la nuova CU , nasce la tabella Enti previdenziali. Per memorizzare correttamente una data di nascita è necessario digitare Shift-F2 per poter impostare l'anno a 4 cifre.

Sono già previste le causali maggiormente utilizzate, in ogni caso è possibile gestire la tabella inserendone di nuove. Per taluni compensi che non sono soggetti a ritenuta ma che sono da comunicare nella Certificazione Unica è necessario indicare il tipo di compenso non soggetto, utilizzando i codici previsti:.

Contribuenti Minimi per i quali il compenso lordo va indicato sia nel campo 4 Ammontare lordo corrisposto sia nel campo 7 Altre somme non soggette a ritenuta. Per una corretta individuazione dei percipienti esteri per la compilazione del relativo quadro , gli stessi devono aver compilato il campo Nazione V. Con la nuova CU nasce un nuovo campo Non residenti Schumacker visibile solo se il fornitore ha la nazione compilata. Registrazione Parcella.

Terminata la registrazione il programma riscontra la presenza di un conto collegato ad un codice tributo e apre una finestra in cui vengono impostati i dati relativi all'imponibile ricavato dalla registrazione. Per quanto riguarda la scadenza Certificazione unica , la scadenza è solitamente il 7 marzo per dichiarare i dati settembre.

Vi ricordiamo che la trasmissione del modello all'Agenzia delle Entrate deve avvenire per via telematica in una delle seguenti modalità di invio:.

Ritenuta d’acconto: cos’è e come funziona

La certificazione unica autonomi, detta anche Cu autonomi, è un modello che serve ai sostituti d'imposta per trasmettere per via telematica all'Agenzia delle Entrate, i dati fiscali, contributivi e tributari dei lavoratori. I dati contenuti nel modello CU devono essere trasmessi all'Ade entro determinate scadenze:. Per tutti gli autonomi, sia a progetto che occasionali che professionisti con partita IVA, le aziende committenti, in qualità di sostituti d'imposta, sono obbligate a rilasciare la certificazione unica ai lavoratori di cui si sono avvalsi.

Nella certificazione unica autonomi, i dati da indicare sono: compensi lordi : ossia, i compensi che sono stati corrisposti al lavoratore autonomo. Nella fattispecie nella Cu devono essere distinte le somme soggette e non soggette a ritenuta, imponibili, le ritenute operate in acconto e a titolo di imposta, le addizionali IRPEF regionali e comunali.