Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

DI EXTRASISTOLE SCARICA


    L'extrasistole, è una patologia e non altro che l'anticipazione di un battito cardiaco. L'extrasistole è determinata anche dallo stato di salute della persona. Download. Il peso dell'extrasistolia nelle 24 ore risulta modesto. Non è dato sapere di quale grado sia l'insufficienza legata al prolasso valvolare mitralico. Erano battiti “minori” tutti uguali tra loro, la sensazione è come se fossero state una serie lunga di extrasistole consecutive che si sono sostituite. Le extrasistoli possono essere isolate o a volte a coppia, a salve (una scarica di più extrasistoli), a ritmo bi-tri-quadrigemino (un'extrasistole alternata a uno, due, . Cio che mi preoccupa è che sono di seguito come una scarica e questo mi fa paura, quale altro esame dovrei fare per assicurarmi che sia tutto.

    Nome: di extrasistole
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:33.21 MB

    DI EXTRASISTOLE SCARICA

    La tachicardia ventricolare è un' aritmia cardiaca caratterizzata da un aumento della frequenza cardiaca ventricolare. Questa evoluzione infausta è più probabile in caso di frequenza ventricolare molto elevata e in caso di compromissioni cardiache di base in pazienti cardiopatici. La tachicardia ventricolare è una delle aritmie più riscontrate nei pazienti affetti da disturbi di cuore.

    La tachicardia ventricolare determina un aumento anomalo della frequenza cardiaca. Il ventricolo, infatti, batte più velocemente, pertanto il numero dei battiti, o contrazioni, passa dai normali al minuto a al minuto.

    La tachicardia ventricolare è una delle aritmie più comuni e più pericolose. La tachicardia ventricolare insorge quando il normale impulso di contrazione cardiaca subisce una modificazione. Questo evento altera il normale battito cardiaco.

    QRS isoelettrico in V1-V2. Nell'ipertrofia ventricolare sx. In particolare, nelle derivazioni toraciche si evidenzia un aumento di voltaggio dell'onda S in V1 e dell'onda R in V5-V6. In dettaglio, si parla di ipetrofia ventricolare sx.

    L'aumento delle componenti vettoriali dirette verso sx. QRS isoelettrico in V5-V6. Non si tratta, certamente, di una evenienza di comune riscontro in età pediatrica. Tra queste ricordiamo le cardiomiopatie ipertrofica e dilatativa, in particolare , i disordini metabolici, le miocarditi e le anomalie cardiache congenite. Il sopraslivellamento del tratto ST indica una condizione di infarto dell'intero spessore della parete ventricolare, mentre il sottoslivellamento si realizza in occasione di un infarto sub-endocardico.

    Vanno ricordate, pertanto, alcune condizioni in termini di diagnostica differenziale:. Nelle derivazioni sx I, II, V5 e V6 sono normalmente presenti delle piccole onde Q espressione del vettore di depolarizzazione settale. La specifica localizzazione delle onde Q consente l'identificazione dell'area infartuata ma tale competenza va certamente oltre la volontà di voler richiamare alcune nozioni di base dell'interpretazione ECG. L'espressione clinica delle aritmie dipende fondamentalmente dagli effetti che l'aritmia stessa produce sulla gittata cardiaca, dalla presenza di una sottostante patologia cardiaca e dall'età del bambino.

    Un simile ragionamento vale anche per la sincope improvvisa perdita di coscienza con caduta a terra. In particolare, tra questi andranno valutate con attenzione le seguenti ipotesi: patologie cardiache congenite, cardiomiopatie, sindrome di Wolf-Parkinson-White, blocchi AV e la sindrome del QT lungo. Nella popolazione pediatrica è difficile osservare un quadro clinico chiaramente correlabile alla bradicardia.

    Una delle principali bradiaritmie è certamente rappresentata dal blocco AV di vario grado. I pazienti con blocco AV di primo e secondo grado si veda più avanti si mantengono sostanzialmente asintomatici fin tanto che sussiste un margine di aumento della frequenza di contrazione ventricolare sostenuta e dalla scarica fisiologica del nodo del seno oppure dall'instaurarsi di pace-maker ectopici in condizioni di esercizio fisico o di stress di varia natura.

    Nei pazienti con blocco AV completo le manifestazioni cliniche più comuni sono date dal rallentamento-arresto di crescita e dallo sviluppo di insufficienza cardiaca congestizia edema polmonare iperteso nei bambini più piccoli mentre, nel bambino più grandicello le principali manifestazioni cliniche sono rappresentate dall'intolleranza allo sforzo e dalla sincope.

    Nel feto un quadro di tachiaritmia parossistica sostenuta si associa spesso all'evidenza di idrope fetale o insufficienza cardiaca congestizia acuta. Nei lattanti e nei neonati le tachiaritmie decorrono in modo sostanzialmente asintomatico fino all'evidenza di una compromissione emodinamica. Nel bambino più grandicello sintomi di sospetto sono: il cardiopalmo, il dolore toracico, il pallore, la dispnea e la nausea.

    Tali manifestazioni cliniche spesso si evidenziano in presenza di condizioni slatentizzanti quali la febbre, l'esercizio fisico e le condizioni di stress in genere.

    Sostanzialmente tutte le aritmie riconoscibili nel bambino possono realizzarsi primitivamente in un soggetto, quindi, per altri versi sano. A loro volta, poi, tali aritmie possono divenire esse stesse causa di una disfunzione cardiaca secondaria.

    Per tale motivo, di fronte ad una aritmia di recente insorgenza è sempre opportuno procedere ad una valutazione delle condizioni potenzialmente sottostanti. Le aritmie insorgono secondariamente alla lesione iatrogena di strutture anatomo-funzionali oppure rappresentano la naturale evoluzione della stessa malattia di base.

    Possono, pertanto, realizzarsi sia rapidamente early onset che a distanza di tempo dall'intervento stesso late onset. In particolare il Rabdomioma si associa a tachicardia sovra e sottoventricolare ed, occasionalmente, alla sindrome di Wolf-Parkinson-White.

    Tra queste ricordiamo le miocarditi, le endocarditi batteriche, la febbre reumatica ed il morbo di Lyme. Digossina, agonisti adrenergici, farmaci anti-aritmici, farmaci induttori della sd.

    Le aritmie nel bambino non differiscono nella sostanza dai quadri dell'adulto fatto salvo per la diversa incidenza che possono avere i vari disturbi aritmici nelle diverse età. In particolare, in età pediatrica una delle condizioni più frequenti è rappresentata dalla tachicardia sopraventricolare mentre condizioni quali il flutter, la fibrillazione atriale e il blocco AV di II e III grado rappresentano condizioni del tutto eccezionali.

    Extrasistole: cos’è, cause e rimedi naturali

    Esistono svariate classificazioni delle aritmie a seconda della modalità di distinzione considerata: alterazioni ECG, caratteristiche cliniche, meccanismi di insorgenza.

    Considerando i meccanismi funzionali ed elettrofisiologici che stanno alla base dell'insorgenza delle varie aritmie possiamo, ad esempio, classificare i vari quadri nel seguente modo:. Sul piano terapeutico e prognostico sarà importante valutare sia la gravità in sé del quadro aritmico, in termini di ripercussione immediata sull'efficienza di pompa, che la potenzialità di evoluzione della stessa aritmia verso forme assai critiche quali la fibrillazione ventricolare. Nel complesso di queste aritmie ricorrono molte condizioni fisiologiche o parafisiologiche quali l'aritmia sinusale e la bradicardia sinusale.

    L'aritmia sinusale risulta, di solito, soppressa in corso di esercizio fisico. Soprattutto in quest'ultima condizione la terapia dei pazienti sintomatici deve essere massimamente individualizzata e tendenzialmente si avvale della disposizione di un pacemaker ventricolare in associazione alla terapia antiaritmica.

    Si tratta di depolarizzazioni indotte dalla scarica di un focolaio ectopico localizzato a livello atriale, giunzionale o ventricolare. Complessivamente, quando si presentano in forma isolata, sono eventi del tutto benigni e più frequenti nel bambino piccolo.

    Nei neonati le extrasistoli atriali sono piuttosto frequenti e tendono a regredire entro le prime settimane di vita senza, peraltro, rappresentare un fattore di rischio per lo sviluppo di aritmie sintomatiche.

    Nei bambini più grandicelli le extrasistoli sopraventricolari frequenti possono anticipare lo sviluppo di una disfunzione del nodo del seno vedi sick sinus syndrome soprattutto a seguito di interventi cardiochirurgici oppure in associazione con cardiomiopatie. Nel soggetto adolescente ricordiamo il quadro delle extrasistoli ventricolari benigne che tendono a manifestarsi a frequenze cardiache basse e a scomparire in corso di esercizio fisico.

    In sostanza, di fronte ad un paziente con evidenza di extrasistoli ventricolari andrà, per prima cosa, valutata la natura benigna o meno potenzialità di degenerare in aritmia severa del quadro. Indizi di sospetto sono:. Rappresentano le forme più comuni di tachicardia evidenziabili in età pediatrica. Le forme da rientro sono complessivamente le più rappresentate in età pediatrica e il nodo AV costituisce una porzione determinante del circuito di rientro.

    Possono realizzarsi in assenza di patologie cardiache sottostanti anche se le forme ectopiche sottendono più frequentemente una condizione di cardiomiopatia o si sviluppano secondariamente ad un intervento per cardiopatia congenita. Il bambino, in questo caso, si dimostrerà pallido, agitato ed irritabile, tachipnoico, spesso con evidenza di epatomegalia.

    In termini diagnostici sarà importante distinguere una tachicardia sopraventricolare parossistica dalla tachicardia sinusale TS. Quest'ultima è la tachicardia di più frequente riscontro in età pediatrica ed è provocata generalmente da un'attività intensa come il pianto e l'esercizio fisico, da stress come l'ansia, la paura o la febbre. Altre cause comuni sono il dolore, l'ipossia, l'ipovolemia, la sepsi e l'anemia. La tachicardia sinusale regredisce, solitamente, quando cessa lo stress qualunque ne sia la causa e quindi la terapia deve essere diretta verso la causa scatenante: un antidolorifico, un antipiretico, la somministrazione di fluidi o una trasfusione di emazie concentrate.

    Nella diagnostica differenziale tra le due condizioni i seguenti elementi depongono per un quadro di tachicardia sopraventricolare parossistica:. Mancanza di variabilità fra battito e battito di solito presente nella TS.

    Insorgenza e interruzione improvvise nella TS la FC rallenta o aumenta gradualmente. Sul piano terapeutico vanno distinti gli interventi mirati alla risoluzione dell'attacco acuto rispetto alla prevenzione delle ricorrenze. La compressione dei bulbi oculari è, invece, potenzialmente pericolosa ed è pertanto controindicata in età pediatrica. Se la stimolazione vagale non è sufficiente a ristabilire un ritmo sinusale bisogna procedere con l'impiego di ausili farmacologici ed in primo luogo ricorrendo all'adenosina.

    Si tratta di un farmaco a breve emivita in grado di indurre un blocco farmacologico a livello dei nodi SA e AV.

    Diagnosi e Cura della fibrillazione atriale - Torino - Dr. Prof. Angelo Cravario cardiologo

    Va somministrata in bolo e. L'efficacia del farmaco si dimostra con un brusco rallentamento della FC, talora con l'evidenza di una breve fase di asistolia, seguita da una rapida ripresa della normale attività cardiaca.

    Di fronte ad un bambino con grave compromissione cardio-circolatoria o con evidenza di un improvviso aggravamento della sintomatologia clinica è indicato il ricorso alla cardioversione sincronizzata 0. Una volta ottenuta la stabilizzazione del paziente andrà valutata in collaborazione con lo specialista cardiologo l'opportunità di instaurare una terapia di profilassi delle recidive. Tale valutazione dovrà tenere conto dell'età del paziente, della frequenza e durata degli episodi, della severità dei sintomi e della presenza o meno di patologie cardiache o sistemiche sottostanti.

    A questo proposito va ricordato che la possibilità di recidive si dimostra direttamente proporzionale all'età di insorgenza del primo episodio. Flutter e Fibrillazione atriale: si tratta di aritmie di difficile riscontro in età pediatrica.

    Infine, va valutata con attenzione l'anamnesi familiare di questi pazienti poiché esistono quadri di fibrillazione atriale su base genetica. Fig Fibrillazione atriale; non si identificano delle vere onde P ma piuttosto. Si tratta di una classe di aritmie in cui lo stimolo atriale viene condotto, in parte o completamente, ai ventricoli in modo prematuro attraverso una via alternativa rispetto al nodo AV; la forma più comune è rappresentata dalla Sindrome di Wolff-Parkinson-White WPW.

    Essa è legata all'esistenza di un fascio anomalo di conduzione, detto Fascio di Kent, che cortocircuita la normale conduzione AV anticipando la depolarizzazione ventricolare; tale fascio è in grado di condurre sia in modo retrogrado che anterogrado. I soggetti portatori di tale condizione possono, pertanto, sviluppare crisi di tachicardia parossistica attraverso due sistemi:.

    Le tipiche manifestazioni ECG si osservano in assenza di tachicardia. Esse sono rappresentate dall'evidenza di un accorciamento dell'intervallo P-R e conseguente prolungamento del QRS successivo.

    Tali alterazioni ECG derivano dalla fusione della depolarizzazione ventricolare anomala e precoce condotta attraverso il fascio di Kent con quella normalmente condotta attraverso il nodo AV. Sul piano terapeutico va ricordata che in presenza di una Sindrome di WPW non vanno utilizzati farmaci quali la digossina o i Ca antagonisti perché potrebbero favorire la stimolazione anterograda attraverso il fascio di conduzione anomalo.

    Il farmaco di prima scelta nella terapia di mantenimento in tali pazienti è, pertanto, il propanololo. Le tachicardie ventricolari rappresentano un'evenienza rara in età pediatrica che va posta in diagnosi differenziale con la tachicardia sopraventricolare con conduzione intraventricolare aberrante forme da rientro con conduzione anterograda lungo la via accessoria.

    Di fatto, comunque, una tachicardia con QRS larghi va considerata di origine ventricolare fino a prova contraria. Le principali caratteristiche ECG sono:. Dissociazione tra onde P e QRS in corso di tachicardia con frequenza atriale inferiore. Have questions? Email us at support azumio. Ovvio che funzioni. Funziona benissimo, ma la versione free, piena di pubblicità, risulta una corsa a ostacoli.

    App molto precisa nella misurazione. Unica pecca è la registrazione tramite Facebook o email. Richiede iOS Compatibile con iPhone, iPad e iPod touch.

    Trova tutti i tuoi pass, i biglietti, le carte regalo e molto altro in un unico posto. Descrizione Ne hanno recentemente parlato nel nuovo spot televisivo "Strength" di Apple: usa il tuo iPhone per misurare il battito cardiaco in meno di 10 secondi!

    Novità Cronologia aggiornamenti.

    Extrasistole: quando bisogna preoccuparsi?

    Dimensione MB. Compatibilità Richiede iOS Prezzo Gratis. Sito di questo sviluppatore Supporto app Norme sulla privacy. Wallet Trova tutti i tuoi pass, i biglietti, le carte regalo e molto altro in un unico posto. Altre app di questo sviluppatore Elenco completo.