Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

CONDENSATORE ELETTROLITICO SCARICARE


    Come si scarica un condensatore senza correre rischi? In questo blog troverete suggerimenti e un video su come farlo in completa sicurezza. B) io come condensatori intendo quelli a barilotto nero (elettrolitici), e magari mi baso sulla grandezza: più grande = più pericoloso, non so se. rbcthailand.org › Tutorial › collegamenti_capacitivi_3. Prendiamo quindi in esame il circuito teorico di figura 4, composto da una pila da 9 V, da un deviatore, una lampada, un condensatore elettrolitico, ossia un. Vorrei sostituire in sicurezza alcuni condensatori elettrolitici di un amplificatore Per scaricare il condensatore, ovviamente dopo aver tolto.

    Nome: condensatore elettrolitico
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:52.83 MB

    Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Lgs 30 giugno n. Non si applica alle informazioni raccolte tramite canali diversi dal presente sito web. In ottemperanza degli obblighi derivanti dalla normativa nazionale e comunitaria in materia di tutela dei dati personali, il presente sito rispetta e tutela la riservatezza dei visitatori e degli utenti.

    Consenso Con l'uso o la consultazione del presente sito i visitatori e gli utenti approvano esplicitamente la presente privacy policy e acconsentono all'uso dei loro dati personali in relazione alle modalità e alle finalità qui sotto descritte.

    Dati raccolti e finalità Come tutti i siti web anche il presente sito fa uso di log files nei quali vengono conservate informazioni raccolte in maniera automatizzata durante le visite degli utenti. Le informazioni raccolte possono essere le seguenti: - indirizzo internet protocol IP ; - tipo di browser e parametri del dispositivo usato per connettersi al sito; - nome dell'internet service provider ISP ; - data e orario di visita; - pagina web di provenienza del visitatore referral e di uscita; - eventualmente il numero di click.

    Questi condensatori tranne il più piccolo posto vicino alla moneta hanno gli attacchi a vite che in molti casi hanno la doppia funzione di collegamento elettrico e fissaggio meccanico. Condensatori per circuito di alimentazione : dimensionamento della tensione massima Fin qui è facile, occorre ovviamente un condensatore in grado di reggere una tensione superiore a quella di utilizzo nel circuito.

    In realtà è sempre meglio eccedere compatibilmente con lo spazio che occupa un condensatore con una tensione di lavoro più alta rispetto ad uno con una tensione di lavoro più bassa e ovviamente tenere anche conto del maggior costo a parità di qualità.

    Condensatori per circuiti o di alimentazione : dimensionamento empirico della capacit à Innanzi tutto occorre tenere in considerazione la struttura del filtro dell' alimentatore. Se si tratta di un filtro pigreco ad ingresso capacitivo, il primo condensatore del filtro ha una capacit à massima che è dettata dalle caratteristiche del diodo rettificatore se si tratta di un diodo termoionico il valore massimo del condensatore è reperibile nel datasheet.

    Sempre tenendo conto di un filtro di alimentazione pigreco ad ingresso capacitivo il secondo condensatore , quello dopo l' induttore si dimensiona usando i seguenti criteri: In linea di massima ci sono diversi approcci possibili per stabilire la capacit à utile a livellare convenientemente una tensione di alimentazione e nel contempo fungere da serbatoio di energia per gli stadi di potenza.

    Nel primo caso si tiene in considerazione la corrente massima che viene richiesta al condensatore e in funzione di questa con una formula empirica si sceglie la capacit à. In genere la corrente viene calcolata per il caso più sfavorevole e la capacit à viene calcolata in uF per ogni Ampere di picco. Questo negli amplificatori allo stato solido. Per gli amplificatori a valvole si veda il caso 2 Si calcola l' impedenza del circuito che vogliamo alimentare e si sceglie il condensatore con una impedenza a Hz che sia almeno 20 volte minore se si tratta di un push-pull o 40 volte se si tratta di un single ended.

    Si tiene conto dell'energia immagazzinata nei condensatori di filtro dimensionandola a 1 Joule ogni 1W di potenza in uscita. Comprare la capacit à più grossa che ci possiamo permettere sia a livello di costo che di ingombro. Nessun amplificatore si è mai lamentato per una capacit à di filtro troppo grande. I cookie di sessione non contengono dati personali e durano per la sola sessione in corso, cioè fino alla chiusura del browser.

    Per essi non occorre consenso. I functionality cookie utilizzati dal sito sono strettamente necessari per l'uso del sito, in particolare sono collegati ad una espressa richiesta di funzionalità da parte dell'utente come il Login , per i quali non occorre alcun consenso. Utilizzando il sito il visitatore acconsente espressamente all'uso dei cookies.

    Occorre tenere presente che la disabilitazione dei cookies potrebbe impedire il corretto utilizzo di alcune funzioni del sito stesso. Le istruzioni per la disabilitazione dei cookies si trovano alle seguenti pagine web: Mozilla Firefox - Windows Internet Explorer - Google Chrome - Opera - Apple Safari Cookies di terze parti Il presente sito funge anche da intermediario per cookies di terze parti, utilizzati per poter fornire ulteriori servizi e funzionalità ai visitatori e per migliorare l'uso del sito stesso, come i pulsanti per i social.

    La presente privacy policy non si applica ai servizi forniti da terze parti, e questo sito non ha alcun controllo sui loro cookies, interamente gestiti dalle terze parti. In particolare il presente sito utilizza cookies delle seguenti terze parti: - Google Google Analytics cookie : Google Analytics è uno strumento di analisi di Google che attraverso l'uso di cookies performance cookies , raccoglie dati di navigazione anonimi allo scopo di esaminare l'uso del sito da parte degli utenti, compilare report sulle attività nel sito e fornire altre informazioni, compreso il numero dei visitatori e le pagine visitate.

    Google non assocerà l'indirizzo Ip a nessun altro dato posseduto da Google. I dati trasmessi a Google sono depositati presso i server di Google negli Stati Uniti.

    Quindi se si tratta di un condensatore elettrolitico osserviamo che esso non presenti rigonfiamenti, specie sulla parte superiore, o perdite di liquido elettrolita.

    In questo caso il componente è da sostituire. Un condensatore è un componente elettronico che si carica quando applichiamo ai suoi capi una tensione e che, una volta scollegato, mantiene una certa carica per un tempo che dipende dalla sua capacità.

    Tutti i controlli da me effettuati con piccoli condensatori di capacità inferiore a 0, uF sembrano suggerire che il misuratore di ESR di Bob Parker non discrimina la fase, come lo stesso Bob Parker ha confermato. Si tratta di un grosso svantaggio.

    L'obiettivo del misuratore di ESR consiste nell'identificare i condensatori che si sono guastati, un caso più frequente con gli elettrolitici dove il dielectric compound tende ad essiccarsi. I condensatori più piccoli di solito non sono elettrolitici e quindi tendono a risultare relativamente stabili.

    I guasti in quest'ultimo caso condensatori ceramici, mica, poliestere consistono in condensatori aperti, in cortocircuito, o in perdita, tutti rilevabili con dispositivi per la misurazione di capacità o resistenza. Sebbene le tecniche descritte in seguito possano almeno in principio essere applicate a qualsiasi condensatore, risultano maggiormente utili per i condensatori elettrolitici. Naturalmente, assicuratevi di osservare la polarità e la massima tensione di lavoro durante le misurazioni!

    Da: Ron Black ron. Monitorate la forma d'onda del condensatore utilizzando un oscilloscopio. Quando si utilizza una frequenza ad onda quadra alcuni KHz - non una in cui entri in gioco l'induttanza del circuito , si osserva una forma d'onda triangolare con uno step sulla transizione dell'onda quadra. L'ampiezza dello step è proporzionale alla ESR del condensatore. Calibrate il tutto aggiungendo un resistore di basso valore noto per simulare la ESR in serie con il condensatore.

    Si tratta di un approccio che non vi costa nulla se siete in possesso di un generatore di onde quadre, o ne potete costruire uno in economia. Da: Gary C. Henrickson gary aloha. Mentre ero in attesa per il suo arrivo, una grossa pila di robaccia si stava accumulando nel mio laboratorio.

    Per evadere velocemente queste riparazioni nel frattempo, ho costruito un 'misuratore di ESR' cablando l'uscita di un generatore di funzioni 50 Ohm all'ingresso dell'oscilloscopio e, tramite un connettore a T, su un paio di sonde di test. Con i terminali di test in cortocircuito, l'oscilloscopio visualizzava solo pochi millivolt. Con i terminali su un condensatore efficiente, pochi millivolt. Con i terminali su un condensatore guasto, una tensione molto superiore.

    Come controllare i condensatori, come scaricarli con sicurezza, ed altre informazioni correlate

    I condensatori difettosi spuntavano fuori come pollici doloranti. Wow, troppo bello. Controllo istantaneo a prova di stupido degli elettrolitici nel circuito non alimentato. Vorrei averci pensato 50 anni prima. Ho utilizzato KHz e 5 Volt picco-picco.

    Nota dell'Editore: per escludere la possibilità di danni ai semiconduttori dovuti a tensione eccessiva, utilizzate un segnale di minore ampiezza, ammettiamo 0,5 Volt picco-picco, per i controlli ai componenti montati nel circuito. In questo modo si evita inoltre che la maggioranza delle giunzioni dei semiconduttori entrino in conduzione per confondere le vostre letture.

    Da: Bert Christensen Il mio metodo per diagnosticare un eventuale elettrolitico guasto si riduce all'utilizzo di un oscilloscopio. Se si tratta di un condensatore di bypass a massa, allora la forma d'onda dovrebbe essere costituita semplicemente da una linea piatta su entrambi i lati; se si tratta di un condensatore di accoppiamento, la forma d'onda dovrebbe essere la stessa su sntrambi i lati.

    Ci sono alcune eccezioni, una delle quali costituita dai condensatori utilizzati per il livellamento in a circuito verticale, ma applicazioni del genere sono davvero poche. La maggioranza degli elettrolitici sono utilizzati per accoppiamento o bypass. L'utilizzo del 'mio' metodo basato sull'oscilloscopio presenta svariati vantaggi.

    Il primo risiede nel fatto che il condensatore viene testato dinamicamente nel circuito dove è montato, ed utilizzando i reali segnali ad esso applicati nel reale utilizzo. Il metodo è veloce perchè basta saltare da un componente all'altro se avete scelto l'approccio scatter-gun utilizzando semplicemente la sonda dell'oscilloscopio. Ma, cosa più importante, viene perfettamente integrato un approccio totalmente dinamico all'assistenza, che utilizza gli stessi segnali dell'apparecchio o la mancanza degli stessi.

    Se state esaminando un circuito video, potreste trovare un condensatore aperto, un transistor interrotto, un circuito integrato difettoso utilizzando lo stesso strumento. Ho gestito un centro assistenza per oltre 40 anni. Buona parte dei miei affari oggigiorno consistono nell'effettuare tough-dog service per altre aziende di assistenza. Ma, devo ammettere che alcune volte riparo gli apparecchi semplicemente sostituendo i condensatori rigonfi. Sharp Jr. Per ora comunque il metodo più rapido che utilizzo è l'oscilloscopio.

    Come controllare un condensatore con il tester

    Funziona più o meno come segue: Esamino con l'oscilloscopio il terminale positivo. E' presente una qualche tensione alternata significativa? In caso contrario, procedo col prossimo condensatore.

    In caso contrario, prendo nota di questa posizione e proseguo col prossimo condesatore. Esamino con l'oscilloscopio il terminale negativo. Il valore di tensione alternata è simile a quella presente sul terminale positivo? In caso affermativo, procedo col prossimo condensatore se questo terminale risulta evidentemente connesso a massa, salto questo passaggio. Spengo l'apparecchio; prendo nota della tensione; ponticello il condensatore con un'altro di valore simile e tensione di lavoro sufficiente nota: assicuratevi che entrambi i condensatori siano scarichi!

    Accendo l'apparecchio; esamino con l'oscilloscopio il terminale positivo.

    COLLEGAMENTI TRA CONDENSATORI - CARICA E SCARICA

    Noto una qualche significativa differenza? In caso negativo, prendo nota di questa posizione e procedo col prossimo condensatore. Sostituisco il condensatore.

    Controllo il funzionamento dell'apparecchio. Se non va, procedo col prossimo condensatore. Se tramite questo procedimento non riesco a beccare il componente guasto, spesso raggiungo lo scopio con un veloce ripasso delle posizioni delle quali ho preso nota. Non esaustivo o perfetto, e neppure vuole esserlo. Chiudere il coperchio prima di colpire. Probabilmente provoca il cancro nei ratti di laboratorio.

    Rilevanza da ancora di imbarcazione, sebbene il dispositivo sia a stato solido, è il sistema perfetto per controllare quei vecchi condensatori elettrolitici!

    Più di quanto avreste mai probabilmente desiderato sapere sul controllo dei condensatori Da: John Whitmore whit hipress. Quindi, sintonizzatevi sulla frequenza che vi interessa solitamente Hz per i condensatori utilizzati come filtro sugli alimentatori ed applicate sia una corrente alternata che una tensione continua di bias. Prendete la tangente della differenza tra lo scostamento di fase e 90 gradi si tratta di 'tan delta ' e compare sul foglio di specifiche del condensatore Quindi rimuovete la tensione alternata, ed aumentate la polarizzazione in corrente continua fino al valore di tensione impulsiva; misurate la corrente di perdita.

    Riducete la tensione di polarizzazione fino alla massima tensione di lavoro; misurate la corrente di perdita. Aumentate la temperatura e ripetete le misurazioni di capacità, sfasamento, e tensione di lavoro alla massima temperatura per cui il condensatore è stato costruito. Si, il procedimento è effettivamente abbastanza elaborato, ma si tratta dello stesso test utilizzato dai produttori. Stessen Jeroen. Stessen ehv. Se c'è qualcosa che questi condensatori non possono sopportare, è il calore, che li fa asciugare.

    Esistono condensatori elettrolitici di almeno due differenti temperature massime di lavoro: 85 e gradi Centigradi. Gli ultimi risultano ovviamente più resistenti alle alte temperature.

    Sfortunatamente tendono a presentare una maggiore ESR rispetto ai loro simili da 85 gradi Centigradi. Se il calore è dovuto ad una vicina aletta di raffreddamento, allora il tipo da gradi rappresenta di sicuro la scelta migliore. Cura, alimentazione, ed imagazzinamento dei condensatori elettrolitici Da: Ralph W.

    Tecnicamente, un elettrolitico "stantio" più di un anno rispetto alla sua data di produzione presenterebbe una eccessiva perdita DC, e andrebbe adeguatamente ricondizionato prima dell'utilizzo. Il caso peggiore con cui mi sono scontrato nell'installazione di un elettrolitico rimasto a lungo depositato è stato un circuito leggermente instabile per 15 minuti, ma che si è in seguito ripreso senza MAI manifestare nuovamente il comportamento iniziale non accetto perà scommesse sul funzionamento di un eventuale componente cosà vecchio da essere coperto da "fibrisse".

    Quando vecchio è davvero vecchio? Ritengo che fino a cinque anni sullo scaffale non dovrebbero in pratica costituire un problema. Per quanto riguarda il "ricondizionamento" di apparecchi raramente utilizzati, male non fa.

    Questo per me significa che i dispositivi utilizzati di rado andrebbero alimentati di tanto in tanto per farli durare più a lungo, e non lasciati a deposito sugli scaffali. Vero o falso? Sostituirli tutti? Senza entrare in una discussione troppo vasta continuate a leggere : Non esiste alcuna regola generale. Gli apparecchi che sono stati utilizzati pesantemente o fatti funzionare in un ambiente surriscaldato molto probabilmente presenteranno maggiori problemi provocati da condensatori essiccati.

    In genere mi limito a controllare i condensatori e sostituire quelli che presentano capacità molto ridotta, ESR o perdita più elevate dopo aver dato loro il tempo per riformarsi.

    Stavo giusto lavorando su uno stroboscopio Minox di 30 anni. I suoi elettrolitici sembrano perfetti come il giorno in cui sono stati prodotti.