Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

CHROME PER LUBUNTU SCARICA


    Contents
  1. Lubuntu 18.04 LTS: Guida post installazione
  2. Come installare Google Chrome in Ubuntu per 32 bit e 64 bit - Ubuntu Doc
  3. Come installare Flash Player su Linux
  4. Come scaricare Google Chrome gratis

Di default Xubuntu e Ubuntu offrono Firefox preinstallato ma volendo possiamo Chromium è un browser open source multipiattaforma sviluppato da Google. Scaricare il pacchetto nella Scrivania Verifica la presenza del file sulla scrivania e quindi confermare la giusta posizione e vedere per intero il nome del file con. Google Chrome è un browser web veloce e gratuito. Prima di scaricare Chrome, Se scegli Salva, fai doppio clic sul file di download per avviare l'installazione. Avvia Chrome: Windows 7: Installare Chrome su Linux. Per installare Chrome . Quindi direi di non perdere troppo tempo e di andare a vedere quello che dobbiamo fare per installare Google Chrome in Ubuntu o in una sua. Google Chrome (detto anche semplicemente Chrome) è un Browser Web sviluppato da Google Installazione esistono molti metodi per instal. Scarica la versione più recente di Chromium per Windows, Mac e Linux (bit e bit) La versione di Chromium utilizzata da questo browser:

Nome: chrome per lubuntu
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:63.69 MB

In questo Articolo: Chromium Chrome Firefox. Lo sviluppo della tecnologia Flash per Linux non è più supportato, e le ultime versioni sono disponibili solo come componenti native del browser Chrome. Se stai utilizzando il browser internet Chromium, puoi estrarre il plug-in Flash utilizzato da Chrome e installarlo su Chromium.

Se normalmente usi Firefox e vuoi utilizzare le versioni più aggiornate del Flash player, dovrai utilizzare un browser differente. Se invece utilizzi Chrome, il browser è già aggiornato e pronto all'uso. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Il codice sorgente di Google Chrome è mantenuto dal progetto open source Chromium Project. Chromium differisce dal browser targato Google per le seguenti caratteristiche: [14].

Lubuntu 18.04 LTS: Guida post installazione

Dalla versione 12 il logo di Chromium, originariamente basato sul logo di Chrome, ha perso il suo aspetto tridimensionale. Altri progetti.

Hai letto questo? FOTO HUAWEI P8 SCARICARE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Questa voce sull'argomento software libero è solo un abbozzo. Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Le cose di cui avrete bisogno sono alcune righe di comando da dare in pasto al caro vecchio Terminale.

Quindi direi di non perdere troppo tempo e di andare a vedere quello che dobbiamo fare per installare Google Chrome in Ubuntu o in una sua derivata. Una volta aggiunta la chiave dei repository dove sta il browser Google Chrome, andiamo ad aggiungere questi repository al sistema operativo con questo comando:. Per il momento questo è tutto, vi diamo appuntamento alla prossima guida sul come fare le cose bene.

Come installare Google Chrome in Ubuntu per 32 bit e 64 bit - Ubuntu Doc

Mostra scrivania — Il classico bottone che riduce a icona tutte le applicazioni. Per eliminare il tearing durante la riproduzione di video fastidioso effetto in cui sembra che ci sia una riga orizzontale che attraversa lo schermo mentre nel video la telecamera si muove da sinistra verso destra o viceversa , è necessario installare Compton, un gestore di Composite in pratica le trasparenze e le ombre. Arandr è un vecchio tool che accende spegne e configura gli schermi multipli.

È molto comodo perché oltre a essere molto intuitivo, permette di salvare in uno script la configurazione. Facciamo come al solito un esempio. Collego al portatile uno schermo, per esempio la mia TV di casa, che è di una marca inventata per non fare pubblicità, la Panafunken.

Lancio arandr e configuro il tutto in modo che la TV stia alla destra dello schermo del portatile, con risoluzione massima. Il file vi consiglio di salvarlo in una cartellina apposta, magari dentro Documenti, chiamata Script, dove terremo tutti gli script.

Il file deve avere tassativamente estensione. Ora, ritorno in Arandr e spengo tutto, mantenendo acceso solo lo schermo del portatile. Premo la V per applicare il layout, e salvo lo script col nome di spegni-tv. Oppure, cosa ancora più comoda, posso creare un lanciatore nel pannello, che lancia tutti gli script. Abbiamo imparato poco sopra a crearne uno.

Basterà premerlo per avere un elenco di script, per lanciarli comodamente come se fosse un menu. Creiamo il primo, quello per disabilitare ogni compositor. Con Arandr questo passaggio non era obbligatorio poiché Arandr salva già gli script come eseguibili. Io uso molto Drive e Documents, quindi è comodo averli lanciabili dal menu o dal desktop o direttamente dal pannello.

Purtroppo Google non ha ancora rilasciato un client ufiiciale per Drive. La soluzione precedente utilizzata in questo sito, Grive, è ancora disponibile ma funziona solo se avete un unico account. Oltre alle varie soluzioni a pagamento, ne esiste almeno una, che sto testando, che sembra fuznionare bene, ma per ora mi sembra lentissima. Potete anche usare wget al posto di aria2, ma al momento in cui scrivo, wget per molti indirizzi crasha con un laconico errore di segmentazione.

Potete anche utilizzare youtube-dl per scaricare video, da moltissimi siti. Basta copiare il link della pagina dove sta il video che vi interessa, e scrivere nel terminale:. Per rendere disponibili cartelle nella rete domestica, per tutti i sistemi operativi compresi gli smartphone, con permesso esclusivo tramite username e password o disponibili per tutti senza autenticazione, è sufficiente installare samba e un comodo tool grafico per configurarlo: sudo apt install system-config-samba.

Se siete solo voi sul computer in effetti la cosa è completamente priva di rilevanza. Decidete anche se la condivisione deve essere in sola lettura o anche in scrittura.

Potete anche dare un nome diverso alla condivisione, nonché una descrizione. Già fatto.

Ora la cartella è visibile dai dispositivi collegati alla rete. Chromium è la versione libera e open source di Chrome, Chrome funziona solo se avete un sistema a 64 bit, quindi se vi funziona uguale meglio usare Chromium.

Come installare Flash Player su Linux

Non credo che su sistemi a 32 bit il Chromecast sia supportato. Configuratelo dicendogli le cartelle in cui tenete i film, installate il client Videostream sullo smartphone, e avrete un sistema ben funzionante. Anche Plex ha il suo client per smartphone, molto completo e ben fatto. Per formattare un volume con exFAT, oltre che usare Windows ovviamente, la procedura più sicura è come sempre nel terminale. Per prima cosa dovete individuare quale device sia il volume che volete formattare.

Si fa facilmente lanciando GParted. Mi raccomando fatelo solo se sapete cosa state facendo, perché rischiate di formattare il disco di sistema o dei dischi dati su cui tenete cose preziose. Vi chiederà di battere L per vedere la lista dei filesystem.

Potete farlo e constatare che dovete battere 7 per formattare con exFAT. Dopo aver battuto 7 premete quindi Invio finché non torna la scritta: Command n for help. A questo punto se siete sicuri, premete w e le modifiche saranno apportate. Fdisk termina e ora potete formattare in exFAT:. Se vi dà ancora errore al punto 3, o al punto 4, probabilmente state seguendo una versione non aggiornata di questa guida, e la sorgente software aggiunta non è più supportata.

Per risolvere il problema basta usare ppa-purge , seguito dalla sorgente che vi dà problema.

Prima di tutto installiamolo: sudo apt install ppa-purge Mettiamo per esempio che il software che dà errori sia Libreoffice. Una funzione molto utile per i portatili è sempre stata quella di simulare il tasto destro del mouse con il tocco di due dita contemporaneamente, e il click centrale del mouse con il tocco di tre dita contemporaneamente sul touchpad.

Come scaricare Google Chrome gratis

Su XFCE, quindi su Xubuntu, per ripristinare la funzione è sufficiente aprire il terminale e digitare:. Attenzione: in alcuni casi Xubuntu 18 usa wayland invece di Xorg come server video, quindi le seguenti istruzioni potrebbero non funzionare.

Sono riuscito a risolvere questo problema solo per le schede Nvidia. Poi creare uno script per accendere la TV. Io vi do il mio esempio, ma voi dovete cambiarlo a seconda del vostro televisore. Capita che la vostra scheda video e il vostro schermo o la TV collegata supportino una certa risoluzione ma che Xubuntu non ne voglia sapere di farla comparire tra le possibili risoluzioni dentro arandr. Per spiegare come, vi faccio un esempio personale. Prima di tutto uso il comando xrandr per capire quali sono le uscite del mio computer.

Poi devo usare il comando cvt seguito dalla risoluzione e dagli Hertz che voglio nella TV, per sapere quali sono i parametri da dare alla scheda grafica per visualizzare la risoluzione desiderata.

Consiglio di provare con 50, poi 60 se 50 non funziona. Poi, bisogna aggiungerla alle possibili risoluzioni della scheda video:. Se funziona, bene. Dovrebbe funzionare anche con Vivaldi, ma questo spin-off di Opera non è open source. Per installare Widevine, avrai bisogno del plugin chromium-widevine.

Se questo non è disponibile nei normali repository della tua distribuzione, potrebbe essere disponibile come PPA. Controlla i forum pertinenti per i dettagli completi. Ma sono sicuri da usare? E quali sono i PPA più sicuri per Tuttavia, Widevine non è supportato oltre Chrome. Maggiori informazioni sul Raspberry Pi. Ancora una volta, questo è grazie al plugin Widevine, ma per far funzionare tutto questo è necessaria una build molto particolare di Chromium.

Una volta completato, dovresti riuscire a trovare Netflix-Launcher nel menu Internet. Fai clic per aprire il sito in una finestra Chromium dedicata e divertiti. Notare che potrebbe essere necessario riavviare il Pi una volta che l'aggiornamento è stato installato. Puoi farlo manualmente tramite il menu del desktop o usando. Anche se ora dovresti essere in grado di goderti lo streaming di Netflix sul tuo Raspberry Pi, tienilo leggero.

Evita i flussi HD se vuoi prestazioni affidabili.