Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

DICHIARAZIONE PRECOMPILATA SCARICA


    Contents
  1. 730 precompilato 2019 online: novità, scadenze, rimborsi e pagamenti Irpef
  2. Dichiarazione precompilata Iva, al via dal 2020
  3. Schede - Dichiarazione precompilata - Che cos'è - Agenzia delle Entrate
  4. Navigazione

La dichiarazione precompilata che l'Agenzia delle Entrate mette a tua disposizione contiene da quest'anno nuovi oneri e spese. Inoltre, con la " compilazione. Di seguito le indicazioni per accedere alla dichiarazione precompilata con le proprie credenziali. Per le informazioni di dettaglio cliccare sui box. Mappa che. Per rendere più completa e corretta la tua dichiarazione precompilata che sarà disponibile a partire dal 15 aprile: verifica i dati dei tuoi fabbricati e terreni. Accedi alla tua precompilata. Per accedere alla dichiarazione precompilata è necessario essere in possesso delle credenziali di SPID, Inps o registrarsi a. Dichiarazione precompilata - Che cos'è. tablet con logo precompilato e Unico L'Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una.

Nome: dichiarazione precompilata
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:39.63 MB

I macro scostamenti tra quanto presente nelle banche dati fiscali dell'Agenzia, e inserito nella dichiarazione precompilata e i modelli trasmessi dai Caf e intermediari abilitati, potranno dare origini alle lettere di compliance per consentire una tempestiva correzione in dichiarazione. La campagna di controlli è stata lanciata ieri dal provvedimento dell'Agenzia delle entrate firmato ieri dal direttore Antonino Maggiore Prot.

Il primo alert è la modifica del dato presente nella dichiarazione, se la modifica del contribuente rispetto alla dichiarazione precompilata incide sulla determinazione del reddito o dell'imposta, l'attenzione si focalizza sullo scostamento.

Se, dunque, oltre alla modifica effettuata al dato, lo scostamento riportato è per importi significativi scatterà la verifica dell'Agenzia. Lo scostamento è sui dati risultanti nei modelli di versamento, nelle certificazioni uniche e nelle dichiarazioni dell'anno precedente, o nella presenza di altri elementi di significativa incoerenza rispetto ai dati inviati da enti esterni o a quelli esposti nelle certificazioni uniche.

In tutti questi casi il fisco richiederà chiarimenti. Questa campagna di controlli preventivi con lettere di compliance si affianca ai controlli automatici per quei contribuenti che riportano in dichiarazione una richiesta di rimborso superiore ai 4 mila euro.

730 precompilato 2019 online: novità, scadenze, rimborsi e pagamenti Irpef

Sempre entro tale data il contribuente dovrà comunicare al sostituto d'imposta di non voler effettuare il secondo o unico acconto dell'Irpef o di volerlo effettuare in misura inferiore.

Per il precompilato, le modalità di rimborso o trattenuta avvengono con le stesse modalità del ordinario.

Il datore di lavoro o l'ente pensionistico effettua i rimborsi Irpef o effettua le trattenute, a partire dalla retribuzione di competenza del mese di luglio. Per i pensionati queste operazioni sono effettuate a partire dal mese di agosto o di settembre anche se è stata richiesta la rateizzazione.

La seconda o unica rata di acconto Irpef e cedolare secca viene trattenuta nel mese di novembre. Contribuente precompilato senza sostituto d'imposta. Se il contribuente ha fornito all'Agenzia le coordinate del suo conto corrente bancario o postale codice Iban , il rimborso viene accreditato su quel conto.

Il meccanismo è più semplice di quanto si possa pensare.

Quindi è bene sapere che per accedere al precompilato con il Pin Inps è necessario possedere il codice PIN Inps di tipo dispositivo. Tra i servizi disponibili sicuramente la possibilità di compilare autonomamente la propria dichiarazione dei redditi o anche è di fondamentale importanza.

Come si richiede il codice PIN? La password iniziale e la seconda parte del codice Pin saranno inviate per posta al tuo domicilio.

La seconda parte, insieme alla password iniziale, sarà poi inviata per posta domicilio del contribuente. A questo punto si possono verificare due casi: il dovrà essere integrato o corretto, il precompilato non presenta errori o dati incompleti. Se, invece, alcuni dati del precompilato risultano non corretti o incompleti, il contribuente è tenuto a modificare o integrare il modello , ad esempio per aggiungere un reddito non presente.

Una volta corretto il , qualora sia necessario, verrà messo a disposizione del contribuente un nuovo modello e un nuovo modello con i risultati della liquidazione effettuata in seguito alle modifiche apportate dal contribuente.

Dichiarazione precompilata Iva, al via dal 2020

Una volta trasmesso, nella stessa sezione del sito internet viene messa a disposizione del contribuente la ricevuta di avvenuta presentazione. Su ciascuna busta vanno riportati i dati del coniuge che esprime la scelta. Il contribuente dovrà conservare tale documentazione per far fronte ad eventuali errori. Il contribuente deve consegnare la scheda anche se non esprime alcuna scelta, indicando il codice fiscale e i dati anagrafici.

Schede - Dichiarazione precompilata - Che cos'è - Agenzia delle Entrate

Inoltre, il contribuente dovrà esibire al Caf o al professionista abilitato una copia della documentazione necessaria per verificare la conformità dei dati riportati nella dichiarazione precompilata rispetto alla documentazione in possesso dal contribuente.

Gli originali verranno conservati dal contribuente. Quindi cosa portare al Caf per precompilato? Essenzialmente il contribuente deve esibire tutti i documenti che dimostrano il diritto a beneficiare di deduzioni e detrazioni richieste in dichiarazione.

Cosa va indicato in tale documentazione.

Guarda questo: SCARICARE MBAM

Nello stesso prospetto sono evidenziate anche le informazioni che risultano incongruenti e che quindi richiedono una verifica da parte del contribuente. Il contribuente dovrà conservare la documentazione in originale mentre il CAF o professionista ne conserva una copia.

Se invece per esempio sono passati più di due anni dalla scadenza, allora la sanzione è più alta rispetto a chi invece ha ritardato di 10 giorni rispetto alla scadenza. Suggerimento Rivolgiti a un CAF, patronato o commercialista per farti aiutare nella predisposizione della dichiarazione tardiva e nel pagamento delle sanzioni. Congiunta Tu e il tuo coniuge potete presentare una dichiarazione dei redditi congiunta, ossia una in cui dichiarate tutti i vostri redditi e le spese sostenute.

Navigazione

È semplicissimo! Una volta entrato nel sito che hai scelto, puoi quindi scaricare e visualizzare la dichiarazione precompilata. Modificare, se ti rendi conto che manca qualcosa o qualche dato è errato.