Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SCARICA SCARABEO BATTERIA


    Tra le problematiche più frequenti relative ad una motocicletta, nonostante la costante manutenzione e cura, troviamo la batteria scarica. di una mancata ricarica della batteria di uno scarabeo 40 4t? nel senso che periodicamente la batteria mi si scarica e ho l'impressione che. rbcthailand.org › Info utili. Per ricare la batteria scarica di uno scooter è infatti sufficiente accellerare leggermente al momento dell'accensione, per non danneggiare. Da qualche mese ho un problema sulla scooter, dunque ho comprato una batteria nuova a marzo, l'ho collegata e finché giravo con lo scooter no problem, ma.

    Nome: scarabeo batteria
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:32.23 MB

    SCARICA SCARABEO BATTERIA

    Ecco come risolvere questo inconveniente. A volte potrà capitare che il vostro scooter, dopo essere stato fermo per tutta la stagione invernale, una volta tornata la primavera, non si riesca ad avviare. I problemi di accensione dello scooter sono molto comuni, dopo un lungo periodo di fermo.

    Vediamo come risolvere nel modo migliore e più efficace questo inconveniente. Come avviare lo scooter Sicuramente la prima operazione che dovrete svolgere per scongiurare il primo problema che potrebbe causare la non accensione del vostro scooter, sarà pulire la candela con un pezzo di carta vetro a grana fine.

    Talvolta potrebbe rendersi necessario sostituire la candela del motore. La batteria scarica o che non funziona più correttamente, è una delle cause più comuni dei problemi di mancato avviamento di uno scooter. Se non dovesse funzionare anche questa soluzione, non vi rimane che provare il classico avviamento a spinta. Principali cause del mancato avviamento Le cause della non accensione del vostro scooter, a seguito di un periodo di ferma che talvolta combacia con il periodo invernale, possono essere molteplici.

    La prima misurazione da fare è quanti volt ha la batteria con e senza moto accesa.

    Per fare questo bisogna selezionare sul tester la tensione in continua, mettere i puntali sui morsetti della batteria. A moto spenta vedrete una tensione di 12,3 — 12,8 volt, se la batteria è abbastanza carica una volta acceso il motore questa tensione dovrebbe salire su valori superiori a 13 volt. Aumentando il regime di rotazione del motore i volt dovrebbero arrivare a circa Se questa tensione dovesse essere più grande volt, abbiamo già identificato il problema nel regolatore di tensione che non fa più il suo dovere e quindi va sostituito prima che arrechi seri danni alla batteria.

    Nel caso in cui la tensione, a motore acceso, dovesse essere più bassa di 14 volt allora dobbiamo vedere se lo statore o meglio i campi dello statore sono ancora efficienti. Per fare questo bisogna staccare il connettore che esce dallo statore e va al regolatore tensione. Lo riconoscete perché è il connettore che ha solo fili gialli.

    Scarica anche: TEAMVIEWER SCARICA

    Molto spesso è un connettore con tre fili perché lo statore è trifasico. Usando sempre il multimetro, questa volta misurando la Resistenza, dobbiamo calcolare gli ohm degli avvolgimenti.

    Puntiamo sui connettori dello statore facendo tutte le combinazioni, vedremo che la resistenza si aggira su 0. Se dovessimo avere una resistenza infinita il tester non darà segnali, allora abbiamo sicuramente un problema a un campo. Altro controllo da fare è vedere se qualche avvolgimento fosse in corto.

    Infatti, quando il veicolo resta fermo a lungo, è consigliabile staccare la batteria o, se possibile, usufruire di un mantenitore di carica che non danneggi l'accumulatore.

    La soluzione più gettonata è quella di effettuare un ponte mediante uno starter o un'altra batteria.

    Ma è opportuno sapere che, se la batteria è rimasta ferma per un lungo periodo, non sarà in grado di ricaricarsi in modo efficiente, in quanto l'energia fornita dal ponte si esaurirà nel giro di poco tempo generalmente secondi rendendo impossibile l'accensione della moto.

    Infine, tra le tecniche più utilizzate vi è "l'accensione a spinta": questo metodo consiste nell'inserire la marcia consigliato usare la seconda , tenere la frizione premuta e rilasciarla quando si raggiunge una velocità congrua al rapporto inserito come un normale cambio marcia prestando attenzione a non accelerare troppo.

    Mettendo in pratica queste semplici dritte, sarà semplice imparare come avviare la moto con la batteria scarica.