Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SCARICA CONIUGAZIONE


    Coniugazione verbo 'scaricare' - coniugazione verbi italiani in tutti i modi e tempi verbali - rbcthailand.org Coniugare il verbo scaricare a tutti i tempi e modi: maschile, femminile, Indicativo​, congiuntivo, imperativo, infinito, condizionale, participio, gerundio. Coniugazione del verbo italiano scaricare al maschile. tu scarichi lui scarica noi scarichiamo voi scaricate loro scaricano. Passato prossimo. io ho scaricato. scaricare. It is conjugated like: comunicare presente. io, scarico. tu, scarichi. lui, lei, Lei, egli, scarica. noi, scarichiamo. voi, scaricate. loro, Loro, essi, scaricano. Coniugazione del Verbo Scaricare in tutti i tempi e modi: maschile, femminile, Indicativo, congiuntivo, imperativo, infinito, condizionale, participio, gerundio.

    Nome: coniugazione
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file:12.76 Megabytes

    Coniugazione e Paradigma del verbo latino Fero "Portare" Il significato fondamentale del verbo latino "Fero" è "portare", ma non solo. Paradigma: Fero, fers, tuli, latum, ferre Già dal paradigma di fero ci si rende conto che è un verbo latino decisamente anomalo.

    Il verbo fero non ha infatti una vocale tematica e costruisce i vari tempi verbali su tre temi differenti: "fer-" per il presente, "tul-" per il perfetto e "lat-" per il supino. Download: Coniugazione di Fero PDF Qui di seguito trovi un riassunto delle principali particolarità della coniugazione di questo verbo: All'indicativo presente attivo non mostra vocale tematica: le desinenze si uniscono infatti direttamente al tema, salvo che nella prima persona plurale dove tra il tema e la desinenza troviamo una "i".

    Abbiamo infatti "fer-o, fer-s, fer-t, fer-i-mus, fer-tis e fer-unt". Neanche all'indicativo presente passivo mostra vocale tematica, salvo che alla prima ed alla seconda persona plurale.

    Paradigma: Fero, fers, tuli, latum, ferre Già dal paradigma di fero ci si rende conto che è un verbo latino decisamente anomalo.

    Il verbo fero non ha infatti una vocale tematica e costruisce i vari tempi verbali su tre temi differenti: "fer-" per il presente, "tul-" per il perfetto e "lat-" per il supino. Download: Coniugazione di Fero PDF Qui di seguito trovi un riassunto delle principali particolarità della coniugazione di questo verbo: All'indicativo presente attivo non mostra vocale tematica: le desinenze si uniscono infatti direttamente al tema, salvo che nella prima persona plurale dove tra il tema e la desinenza troviamo una "i".

    Abbiamo infatti "fer-o, fer-s, fer-t, fer-i-mus, fer-tis e fer-unt". Neanche all'indicativo presente passivo mostra vocale tematica, salvo che alla prima ed alla seconda persona plurale. Abbiamo infatti "fer-or, fer-ris, fer-tur, fer-i-mus, fer-i-mini e fer-untur".

    Verbi coniugati

    All'imperativo presente attivo ha desinenza zero: "porta tu! Ad esempio, per il presente indicativo del verbo amare si avrà: àmo, àmi, àma, amiàmo, amàte, àmano. Durante l'apprendimento della lingua, possono creare alcune difficoltà alcune forme con comportamenti devianti nel presente ed in altre forme semplici. Il verbo abitare conserva l'accento sulla penultima sillaba nelle forme in noi e voi, ma ha una coniugazione ricca di forme sdrucciole: àbito, àbiti, àbita, abitiàmo, abitàte, àbitano.

    Similmente: dèdico eccetera. La prima coniugazione [ modifica modifica wikitesto ] Tra le tre coniugazioni, la prima quella in -are è la più frequente ed è anche l'unica ancora produttiva : infatti, i neologismi che introducono nuovi verbi suffissano solo in -are: faxare, formattare ecc.

    La prima coniugazione possiede soltanto quattro verbi irregolari: dare, stare, andare e fare e i loro derivati. Secondo la maggior parte delle fonti, comunque, fare viene considerato come un verbo della prima coniugazione [1] La seconda coniugazione [ modifica modifica wikitesto ] La coniugazione in -ere è quella più ricca di forme irregolari. Corrisponde in origine alla seconda e alla terza coniugazione latina.

    La bipartizione in due gruppi lascia le sue tracce anche nell'italiano di oggi. Il primo gruppo comprende meno irregolarità, di solito limitate al passato remoto ed al participio passato: presi, preso. Il secondo gruppo include molti verbi in cui le irregolarità si trovano già nelle forme del presente.

    Daranno le rispettive forme bevo, dico, eccetera. Il secondo dei due verbi, comunque, è passato alla terza coniugazione.

    scaricare - Italiano coniugazione di scaricare

    La terza coniugazione [ modifica modifica wikitesto ] La coniugazione in -ire si distingue principalmente per l'uso, in innumerevoli verbi come pulire, capire, preferire di un suffisso -isc- , usato in numerose forme verbali dette tradizionalmente verbi incoativi. Si tratta del presente dell' indicativo e del congiuntivo , nonché dell' imperativo : tu pulisci; che tu pulisca; pulisci!

    Il suffisso non compare nella prima e nella seconda persona plurale io capisco, ma noi capiamo, voi capite.