Skip to content

RBCTHAILAND.ORG

Rbcthailand

SCARICA SIMULATORE AEREO COMBATTIMENTO


    Contents
  1. Battle of Warplanes: L'aeroplano Simulatore
  2. - Categoria Simulatori di volo (Aerei e volo) - Scaricare simulatore volo
  3. Warlike Flyboys - Ww3
  4. Simulatore di volo aereo: i migliori gratis su PC

Warlike Flyboys – WW3 è una nuova simulazione di combattimenti aerei in 3D. Il gioco è ambientato ai giorni nostri. Come potrebbe essere la terza guerra. FlightGear, download gratis. Un simulatore di volo gratuito e di qualità? . combattimenti o altro, ma solo le difficoltà insite nel far decollare un aereo, seguire. Partiamo da FlightGear, un eccellente simulatore di volo gratuito ed open source Per scaricare FlightGear sul tuo computer, collegati al suo sito Internet. Migliori 8 giochi di simulazione del volo aereo, gratuiti, per volare in modo anche nello spazio, a quelli dove c'è anche un po 'di combattimento aereo. su PC ed anche su smartphone, senza bisogno di scaricare nulla. Scarica questo gioco da Microsoft Store per Windows 10, Windows Senti la potenza degli aerei da combattimento in combattimento aereo!.

Nome: simulatore aereo combattimento
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file:16.53 MB

Google earth Flight Simulator earth. Potrai scegliere tra un F16 Viper, un caccia jet che raggiunge la velocità massima Mac2, oppure l'SR22 un velivolo a 4 posti, logicamente potrai scegliere l'aeroporto da cui decollare una trentina di aeroporti disponibili, tra cui quelli più spettacolari come: Kilimanjaro partenza dalla pista 9 , Buenos Aires, Francoforte, Londra Heathrow , New York JFK Se disponi di un Joystick lo potrai usare come cloche per pilotare il tuo aereo.

Qualche dritta sui comandi: Con "la Freccia giù": decolli Con le freccie giri a destra o a sinitra. Flight Simulator X www. Offre un'ampia scelta di aerei dal Cessna all'A ed è anche la più grande comunità di piloti aerei. Dal sito puoi scaricare una demo gratuita. Flight Gear v2.

Il processo di installazione e l'interfaccia non sono semplici da utilizzare per chi vorrebbe solo giocare ed è sicuramente richiesta la lettura della guida per imparare a decollare, atterrare e le procedure di volo di base. Il suo realismo è incredibile sia nei controlli di volo generali, sia nei dettagli delle scene, con nuvole, superfici d'acqua che si muovono e movimento del sole in tempo reale.

Anche questo gioco è incredibilmente realistico e, pagando la versione completa, permette di volare in tutto il mondo. Chi gioca la prima volta, troverà semplice accelerare e decollare, personalizzare i controlli e ricevere tutte le istruzioni per imparare a volare nel primo viaggio.

Battle of Warplanes: L'aeroplano Simulatore

Si possono pilotare aerei con più motori o aerei semplici ad elica oppure anche una mongolfiera, un elicottero e un parapendio. Ovviamente il gioco esiste anche in versione a pagamento, con immagini migliori e una risoluzione più elevata, ma la versione gratuita non ha limitazioni pesanti e supporta anche ancora l' interazione multiplayer. In qualsiasi momento, infatti, si potrebbe incontrare l'aereo di un altro giocatore che vola attraverso il cielo e non solo, anche aerei di linea commerciali che si spostano in tempo reale.

Le condizioni sono anche basate sui dati in tempo reale della Open Weather Map, quindi se ci si sposta in una parte del mondo in cui piove, si vedrà la pioggia anche durante il volo. Il software è incredibilmente leggero sul sistema ed ha un solido set di funzionalità integrate. Questa precisione è ottenuta, almeno in teoria, attraverso un modello aerodinamico noto come "Blade Element Theory". Questa teoria simula il volo modellando le forze su ciascun componente del velivolo simultaneamente per calcolare le forze aerodinamiche in simulazioni che non sono state eseguite, piuttosto che usando le tabelle di ricerca predefinite che sono diventate lo standard per simulare l'aviazione.

Un parametro molto importante è sicuramente il Frame Rate: che riporta il numero di fotogrammi al secondo che saranno visualizzati sul monitor.

Più alto è questo parametro migliore è la visualizzazione della scena e l'aereo mostrerà un volo fluido ed armonico. Nel caso che questo parametro scenda, cosa comune se la scena è complessa o se il sistema non è sufficientemente potente per il settaggio fatto in precedenza per mezzo del menu View-Rendering Options come si vedrà nel capitolo Per gli utenti di Windows e MAC non c'è da fare nessuna particolare considerazione, è possibile scaricare la propria versione da 3 server in mirror oppure prendendo i binari tramite BitTorrent , questa ultima soluzione è ottima se i server in mirror sono un po' troppo occupati, cosa che capita quando c'è un importante cambio di versione.

Per gli utenti delle distribuzioni Linux e di altri sistemi operativi UNIX, spesso non è presente il binario compilato, ma per le distribuzioni più importanti quali: Suse , Slackware , Gentoo , FreeBSD e l'immancabile accoppiata Debian Ubuntu , anche se con un certo ritardo con l'ultima versione rilasciata, mediamente di 6 mesi, è possibile avere i pacchetti binari nei relativi repository.

Nel caso che nella vostra distribuzione non sia presente niente paura è possibile compilare in proprio il programma vedi capitolo Compilarsi il programma in proprio permette di avere un programma aggiornatissimo e configurato come meglio vi aggrada. Inoltre la versione da compilare ha circa aerei in quanto è anche il riferimento ufficiale per gli sviluppatori.

Un consiglio: iniziate scaricandovi i binari, anche se qualche volta non sono all'ultimo grido, poi se il prodotto vi piace, approfondite le tecniche di compilazione. Per i più esperti: Per gli utenti Windows e MAC è possibile ottenere la versione più recente di FlighGear sfruttando un server sul quale sono appoggiate le varie versioni del programma, il server si raggiunge al seguente indirizzo: wiki.

Il Modello di volo dinamico, detto anche FDM Flight Dynamics Models , è il programma fondamentale di un simulatore di volo che calcola continuamente la posizione dell'aereo nello spazio in funzione di decine di parametri, come ad esempio: la densità dell'aria, la temperatura, la pressione, la forza di gravità, la presenza di movimenti della massa d'aria, le caratteristiche aerodinamiche del velivolo , la sua inerzia , velocità, accelerazione e tanto altro ancora.

Il calcolo avviene tramite la soluzione di complesse equazioni differenziali che permettono di descrivere le future posizioni del velivolo in funzione dei parametri presenti ad un cero istante.

La scienza che sovraintende tutto questo è di grande complessità e si è sviluppata in più di un secolo di studi, la soluzione di tali equazioni è da sempre appannaggio dei dei centri di ricerca che operano nel settore aerospaziale.

- Categoria Simulatori di volo (Aerei e volo) - Scaricare simulatore volo

Per questo i programmatori di FlightGear, di cui diversi operano proprio nel settore aerospaziale, fin dall'inizio hanno utilizzato i programmi sviluppati da tali centri scegliendo il programma LaRCsim sviluppato dal centro di ricerca Langley Research Center della NASA.

Ad esempio questa possibilità viene sfruttata quando si vuole eseguire FlightGear su più PC in modo da poter visualizzare scenari di volo su diversi display LCD, ci sono applicazioni fatte anche su 10 display con PC collegati ad un unico PC server FDM. Questa scelta di base, mai adottata da altri simulatori di volo per PC, ha dato immediatamente i suoi frutti in quanto ha permesso di utilizzare senza particolari problemi per FlightGear FDM alternativi.

Infatti già dai primi anni i programmatori si sono accorti che il programma della NASA aveva diverse limitazioni, in particolare molti aggiornamenti erano stati successivamente inseriti in contrasto con i suoi file di configurazione, rendendone assai difficoltosa la sua gestione. A questo punto è stato naturale, sulla base del codice LaRCsim e di altri FDM, tentare di sviluppare altri modelli di volo. Come risultato di questa situazione, FlightGear attualmente supporta numerosi modelli dinamici utilizzabili dai vari velivoli.

Questo apparente difetto in realtà nasconde uno dei maggiori pregi del programma, ovvero la sua possibilità di utilizzare il modello dinamico più adatto per un certo tipo di velivolo, senza nessun compromesso ne limitazione. Come si vedrà nel capitolo Questa possibilità di dividere il modello dinamico dai programmi di presentazione grafica, non sarà certamente utilizzata da molti, ma permette di fare cose di assoluto pregio, come costruire uno scenario con 10 monitor LCD, pilotati da PC, di cui uno serve per eseguire il solo modello dinamico, tutto questo con una elegante semplicità e possibilità di realizzare simulatori di volo davvero spettacolari.

Ad esempio c'è chi ha studiato sistemi di pilotaggio automatico per i droni sfruttando le caratteristiche del programma nella simulazione dell'ambiente aereo sul quale hanno sviluppato il codice di controllo del drone tramite programmi esterni, come Mathcad o la sua versione OpenSource Scilab. In questo caso il ricercatore si concentra nel solo codice di controllo, costruendo quindi un proprio server che a tutti gli effetti è una sorta di pilota artificiale, lo collega tramite la rete al programma e poi esegue il tutto verificando la qualità del prodotto sviluppato.

Per chi vole costruire un aereo da far volare su FlightGear si dovrà prendere per prima cosa confidenza con questo modello e con gli strumenti di corredo allo stesso che permetteranno di rendere un poco più agevole la configurazione della vostra nuova creatura.

YASim Andrew Ross ha costruito un altro modello di volo, chiamato YASim Yet Another Simulator , ha un approccio fondamentalmente diverso da molti altri in quanto si basa su informazioni geometriche piuttosto che coefficienti aerodinamici.

Questo modello di volo è quindi più adatto quando non si hanno a disposizione i dati tecnici del velivolo oppure se si vuole costruire un velivolo per nostro conto. Un altro programmatore, Christian Mayer, ha sviluppato un modello di volo di una mongolfiera, mentre il programmatore Curt Olson ha successivamente integrato una speciale modalità di UFO, che permette di volare rapidamente da punto ad un altro punto con una aerodinamica del tutto particolare.

Questo lavoro è stato inizialmente orientato verso la modellazione degli aeromobili in condizioni di ghiaccio, in quanto permette di definire comportamenti aerodinamici non lineari e questo si traduce in un maggiore realismo in situazioni di volo estreme, come lo stallo e il volo ad elevati angoli di attacco.

Installare gli scenari[ modifica ] In FlightGear, come del resto negli altri simulatori di volo, lo scenario costituisce l'insieme degli oggetti grafici di tipo statico e dinamico che costruiscono il mondo entro il quale si muove il velivolo. Lo scenario, per il programma di simulazione, costituisce senza ombra di dubbio la parte più pesante a livello di elaborazione, ne consegue quindi che la sua realizzazione e configurazione richiede di sfruttare molti trucchi programmativi al fine di rendere l'esecuzione la più veloce possibile a livello di risorse hardware impiagate.

Più avanti vedremo che la realizzazione dello scenario in FlightGear ha alcune peculiari caratteristiche che lo rendono adatto ad essere eseguito anche su macchine non molto veloci. Non solo, ma la sua possibilità di caricare e successivamente aggiornare dinamicamente gli scenari attraversati in volo, permette di evitare da parte dell'utente la necessità di dover eseguire lunghe sessioni di caricamento degli scenari richiesti per le aeree in cui si svolgerà il volo.

Dove sono inseriti i file dello scenario[ modifica ] Il programma FlightGear inserisce tutti i dati necessari per la costruzione dello scenario all'interno di quattro cartelle posizionate nella directory..

Ognuna di queste cartelle costituisce una particolare categoria di oggetti. Questo modo di procedere, affidandosi alle caratteristiche del sistema operativo utilizzato, anche se per certi aspetti un po' primitivo in quanto non fa uso di database , è oggettivamente assai pratico in quanto permette di aggiungere e togliere oggetti dallo scenario semplicemente andando a operare direttamente sugli archivi presenti nelle relative cartelle, senza la necessità di utilizzare programmi esterni.

Elenco delle quattro categorie che definiscono lo scenario e relative cartelle che lo contengono[ modifica ] Esempio di distribuzione degli oggetti di uno scenario intorno ad una area aeroportuale. Ad esempio in questa cartella sono presenti modelli di case rurali, modellini di mezzi di trasporto, disegni che dipingono i terreni, alberi e tanto altro ancora. Comunque questa cartella non è mai molto popolata in quanto la maggior parte dei modelli è di tipo standard, non legati ad un particolare scenario, e quindi saranno posizionati nella cartella..

In questo modo il programma quando attraversa una certa area, legge il file di contenuto in Objects e se sono visibili all'aereo, ne visualizza i relativi oggetti grafici. Dal link coverage è possibile visualizzare una mappa del mondo con tutti gli oggetti inseriti. È utile osservare questa mappa perché ci fa capire la quantità di lavoro fatto e di lavoro da fare per avere una riproduzione abbastanza fedele del nostro mondo.

Per motivi di spazio i file, che sono piuttosto grandi, vengono compressi in formato. Tali file verranno espansi dal programma quando il velivolo sta percorrendo un'area posta in prossimità a quelle coordinate. Al momento dell'esecuzione, il programma andrà a verificare l'esistenza di tale variabile, se questa esiste utilizzerà come percorso il valore da essa riportato.

Aggiungere un nuovo scenario[ modifica ] Normalmente FlightGear utilizza come scenario base lo scenario della baia di San Francisco, è abbastanza curato e sicuramente adatto per fare i primi voli, ma se si vuole cambiare è necessario inserire i nuovi scenari andandoli a caricare dalla interfaccia grafica che si trova nella pagina del sito ufficiale Legacy Downloads Scenery 2. Si clicca su di un rettangolino relativo ad una area di nostro interesse e ci si deve armare con un po' di pazienza in quanto il vostro browser inizierà a scaricare, spesso un po' lentamente, un file compresso di circa MB che sarà successivamente scompattato e quindi ancora un po' di dimensione, ma non tantissimo in quanto i file delle altimetrie rimangono comunque compressi.

Il file ottenuto da Legacy Downloads Scenery, una volta che è stato scaricato, va scompattato con un programma compatibile con il formato. A questo punto lo scenario risulta caricato e riavviando FlightGear, se l'aereo si trova all'interno di quell'area, si vedranno montagne, pianure e tante altre belle cose.

Comunque oltre agli scenari base è possibile aggiungere dei nuovi scenari, che sono detti non ufficiali in quanto qualche volta hanno caratteristiche di incompatibilità con la licenza di FlightGear o sono troppo sperimentali per essere inseriti all'interno di Legacy Downloads Scenery.

Questi scenari si possono prendere nei siti dei vari appassionati, i migliori sono elencati in Suggested Scenery tra i quali è da consigliare di provare quello di Innsbruck o se si ha un computer abbastanza potente l'Austria Scenery Project.

Richiesta di risorse per eseguire lo scenario[ modifica ] Uno scenario ottenuto dal Legacy Downloads Scenery è abbastanza parco di risorse, in quanto opera con relativamente pochi oggetti 3D e l'altimetria è fatta di un numero relativamente piccolo di punti, ma questo fatto ha come contropartita l'avere uno scenario povero, con il quale è difficile fare voli a vista VFR in quanto mancante dei particolari morfologici del territorio necessari a riconoscere i punti di riferimento utili al mantenimento della rotta.

Nel caso invece che si voglia aumentare la qualità della presentazione e quindi iniziare a fare un volo a vista più simile a quello reale, siamo costretti a prendere degli scenari più specializzati, come già accennato nel precedente paragrafo.

Questi scenari hanno normalmente una altimetria più fitta da 3 a 10 volte e di conseguenza vi è un aumento di richiesta della memoria e del tempo di elaborazione. Non solo, ma gli autori di tali scenari, spesso si sbizzarriscono nell'inserire degli oggetti tridimensionali, come una casa, una chiesa e tanto alto, per rendere lo scenario più vario ed aiutare i piloti ad utilizzarli come punti di riferimento nel volo a vista.

Se a questo punto il volo inizia a procedere a scatti è necessario prendere delle contromisure, come sarà descritte nel capitolo Ricordate sempre, più la presentazione va a scatti, più è difficile per il pilota fare un volo corretto e quindi mantenere interesse nell'uso del programma.

Questo metodo di approccio è assai conveniente in un ambiente di continuo sviluppo quale è questo simulatore di volo, in quanto permette a più creatori di scenari e programmatori di operare in modo abbastanza indipendente seguendo solo alcune regole generali. È normale che uno scenario sia il risultato di diversi creativi che negli anni lo hanno sviluppato e reso sempre più fedele.

Warlike Flyboys - Ww3

Normalmente il repository degli scenari da cui il sistema di gestione dello scenario dinamico chiamato Terrasync opera è attualmente depositato in questo link , in futuro tale link potrebbe cambiare, ma comunque il gruppo dei programmatori di FlightGear garantiranno sempre la sua esistenza in quanto elemento fondamentale di tutta l'organizzazione del sistema.

Installazione del server Terrasync[ modifica ] Schema di connessione tra il server Terrasync e l'applicazione FlightGear. Per macchine Linux normalmente tali librerie sono contenute nei repository standard sotto il nome Subversion. Ove con -p viene indicata la porta di ascolto che normalmente è la UDP , mentre il parametro -d indica il deposito temporaneo dei files che saranno successivamente caricati.

Questa directory è una area temporanea che viene continuamente aggiornata dal programma. Qualità degli scenari[ modifica ] La qualità degli scenari non è sempre al top, in questo caso si vedono nettamente le montagne piuttosto spigolose in quanto l'altimetria con tolleranza di 90 m non è certamente il la più idonea per la qualità complessiva della visualizzazione.

Infatti spesso le montagne sono piuttosto spigolose, le città alquanto improbabili, le autostrade qualche volta sembrano essere un po' troppo felici di attraversare i monti salendoci in cima dimenticando che esistono anche le gallerie. Questa bassa qualità negli scenari è lo scotto più grosso che attualmente si paga utilizzando questo programma e che lo rende su questo fronte ancora abbastanza distante dai prodotti commerciali come Microsoft Flight e all'ottimo X-Plane della Laminar Research.

La risoluzione teorica è di circa 30 m, ma per i soli Stati Uniti, mentre per il resto del mondo la risoluzione è assai scarsa ed è pari a soli 90 m. Il motivo nasce da una constatazione: poniamo che oggi Google mette a disposizione degli utenti di FlightGear i propri scenari, sono di buona qualità, con una altimetria che ha una risoluzione di circa 10 metri.

Se un domani Google dovesse modificare in modo riduttivo la propria politica commerciale, ne ha tutti i diritti visto che i dati sono suoi, a questo punto per gli utenti di FlightGear tutta la Terra diventerebbe una unica e triste distesa d'acqua!

Comunque qualcosa si sta muovendo sul fronte del miglioramento dello scenario, ad esempio lo scenario francese inizia a riprodurre abbastanza fedelmente il territorio della Francia ed alcune sue città sfruttando con intelligenza i dati cartografici che rende disponibili la comunità europea con il progetto Corine Land Cover. L'uso di OSG ha permesso di rendere gli scenari molto più vicini al mondo reale, introdurre nuovi effetti grafici come la luce crepuscolare alba e tramonto , la superficie del mare, le nubi, la nebbia e tanto altro ancora.

Il software OSG è completamente open source, sviluppato all'interno di alcuni progetti europei e dispone di una solida comunità di sviluppatori. Utilizzare OSG al posto di librerie fatte in casa come le PLIB significa, per chi sviluppa, di non doversi sobbarcare di riscrivere codice complesso come quello utilizzato per programmare in OpenGL e comunque di ottenere alte prestazioni grafiche 3D.

In campo scientifico ed ingegneristico l'OSG è ormai una soluzione affermata come leader nel settore tecnologico presente nel mondo grafico, viene ampiamente utilizzato nella simulazione per il settore spaziale, programmazione scientifica, simulatori di volo Boeing, FlightGear, NASA , videogames [www.

L'introduzione di OSG ha richiesto una profonda riprogettazione di tutto l'ambiente grafico di FlightGear e quindi ha reso totalmente incompatibili una serie di funzioni sviluppate con il vecchio prodotto, ad esempio nei primi anni di introduzione di FlightGear 2.

Questo fatto ha portato ad un certo sconforto tra il gruppo degli appassionati ed ha quindi fatto registrare una forte disincentivazione a continuare lo sviluppo del prodotto. Tutto questo semplifica ed abbrevia l'iter di sviluppo complessivo.

Tale soluzione è essenziale per chi vuole realizzare simulazioni di volo multischermo e per chi è interessato a costruire simulatori di volo per il mondo professionale. Ricordiamo che attualmente alcune ditte commerciali costruiscono simulatori di volo certificati dalla Federal Aviation Administration FAA utilizzando come base il software prodotto dal progetto FlightGear. Una ottima gestione dell'effetto di rifrazione atmosferica e del sole sulle nubi, specie per le albe ed i tramonti.

Simulatore di volo aereo: i migliori gratis su PC

Simulazione degli eventi atmosferici ed effetti polvere e particelle sospese. Altrettanto ottima gestione delle onde marine e degli effetti di rifrazione aria-acqua. C'è anche da dire che la libreria contiene una altrettanto ottima gestione degli effetti all'interno dell'acqua e quindi è già utilizzata con profitto in alcuni simulatori di robot sottomarini utilizzati nell'ambiente petrolifero offshore.

Una funzione di OSG permette la simulazione degli incidenti e dei contatti tra oggetti, come un aereo con il terreno etc. Miglioramento degli effetti sul pannello strumenti.

La presenza di un ottimo sistema per la generazione degli alberi e quindi la simulazione delle foreste.